Barcellona PG. La presentazione del libro “Bartolo Cattafi. Tutte le poesie” di Diego Bertelli al Parco Urbano

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Mercoledì 24 aprile 2019 alle ore 19.00 presso l’Auditorium del Parco Urbano “Maggiore La Rosa” di Barcellona Pozzo di Gotto si terrà la presentazione del libro “Bartolo Cattafi. Tutte le poesie” di Diego Bertelli.

L’evento è organizzato dalla Pro Loco “A. Manganaro” e dal Lions Club cittadino. Previsti gli interventi dell’Assessore alla Cultura Angelita Pino e dei Presidenti delle due associazioni Flaviana Gullì e Beppe Iacono. Quindi relazioneranno il critico d’arte Andrea Italiano, già Presidente della Pro Loco e lo stesso autore Diego Bertelli, mentre i versi del poeta verranno letti dal noto attore-regista Giovanni Corica.

Si tratta della seconda parte del l’omaggio che la Pro Loco “Manganaro” ha voluto dedicare a Bartolo Cattafi a quarant’anni dalla scomparsa (Milano, 13 marzo 1979): prima al Villino Liberty la mostra di documenti raccolti proprio dalla stessa Associazione ed in particolare dal Presidente Onorario Gino Trapani, da sempre estimatore di Cattafi; adesso un testo atteso da tempo scritto dallo studioso dell’opera cattafiana Diego Bertelli per l’editore Le Lettere, un’opera che rende finalmente disponibili i testi diventati quasi irreperibili di uno dei più grandi poeti del Novecento.

“Tutte le poesie” è un’opera davvero importante, perché non solo raccoglie l’intera produzione in versi di Cattafi, ma anche analizza il suo processo generativo, i principali filoni tematici, soffermandosi sulle vicende biografiche e sulla storia critica. Un volume necessario definito da molti un “risarcimento dovuto” per un poeta da anni condannato, a causa di una critica poco attenta, all’esclusione dalle principali antologie della poesia italiana del Novecento.

Bartolo Cattafi (Barcellona Pozzo di Gotto 6 luglio 1922-Milano 13 marzo 1979) esordì in poesia con “Nel centro della mano “ (Edizioni della Meridiana, 1951), ma toccò  l’apice della sua prima fase creativa con “L’Osso, l’anima” (Mondadori, 1964). Dopo un silenzio decennale tornò alla poesia con altre sei raccolte, di cui due ultime uscite postume. Poeta singolare per lo strano connubio tra mezzi espressivi tipici dell’anteguerra e tematiche, prima fra tutte quella del disagio storico-esistenziale, caratteristiche del suo tempo, non sempre ha ricevuto dalla critica la considerazione che avrebbe meritato. Tuttavia, non è mancata negli anni l’attenzione nei suoi confronti da parte di poeti del calibro di Giorgio Caproni, Vittorio Sereni, Giovanni Raboni, Dario Bellezza e di critici come Luigi Baldacci, Carlo Bo, Sergio Solmi, Marco Forti e Silvio Ramat.

Oggi il docente quarantaduenne Diego Bertelli, curatore anche dei contenuti del suo sito ufficiale (bartolocattafi.it), rende al poeta il dovuto omaggio.

Diego Bertelli insegna presso l’Università del Kansas. Nella sua carriera si è occupato prevalentemente di Letteratura italiana del Novecento con articoli e saggi apparsi su varie riviste, tra cui “Paragone”, “Modern Language Notes” e “Poesia”. Per la “Enciclopedia of Italian Studies” (Routledge, 2006) ha compilato voci biografiche su opere e autori italiani dell’Ottocento e del Novecento.