Barcellona PG. La storica dell’arte Valentina Certo ‘racconta’ Caravaggio al Liceo “Valli”

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Nel pomeriggio di sabato 12 gennaio 2019 la storica dell’arte Valentina Certo è stata ospite della sezione barcellonese della Fidapa BPW Italy presso l’Aula Magna del Liceo Classico “Luigi Valli” di Barcellona Pozzo di Gotto, dove ha presentato il proprio fortunato libro “Caravaggio a Messina” (Giambra Editori) nel corso di una interessante tavola rotonda.

Dopo i saluti da parte della Presidente Fidapa Ilaria Cammaroto, che ha fortemente voluto la Certo e l’intervento istituzionale dell’Assessore alla Cultura Angelita Pino, ha preso la parola la padrona di casa, la Prof.ssa Domenica Pipitò, Dirigente dell’Istituto Liceo “E. Medi”, la quale ha sottolineato l’importanza che rivestono figure come Valentina Certo per i giovani, auspicando che gli alunni della propria scuola e non solo possano leggere questo libro.

A questo punto ha preso il via una tavola rotonda fra l’archeologa Grazia Salamone, il restauratore Santo Arizzi, la stessa Valentina Certo è Tania Crisafulli, vice presidente cittadina della Fidapa, che leggeva passi del testo sul Caravaggio. La Salamone ha sottolineato il grande successo in tutta Italia del libro di Valentina con presentazioni prestigiose quale ad esempio quella alla Biblioteca Regionale di Palermo oltre naturalmente alla partecipazione alla trasmissione Rai di Paolo Mieli “Passato e presente”, in una puntata dedicata al genio di Caravaggio.

Molto appassionata la descrizione da parte della Certo delle opere siciliane di Caravaggio: il “Seppellimento di Santa Lucia” di Siracusa, la “Natività” di Palermo, dipinto purtroppo trafugato e le “messinesi” la “Resurrezione di Lazzaro”, l’“Adorazione dei pastori”, che rappresentano la principale attrazione del MuMe. Santo Arizzi da parte sua ha illustrato le tecniche dei restauri effettuati scendendo nello specifico ed anche il suo intervento è stato “illuminante” per il pubblico presente in Aula Magna in quanto ha incuriosito raccontando i propri interventi ma anche quelli dei tempi in cui viveva il Merisi, con l’utilizzo della colla di coniglio e vari strati di tessuto in verticale e in orizzontale per preparare la tela.

L’artista Giuseppe Siracusa durante l’incontro ha realizzato con i carboncini un particolare della “Natività” di Palermo. Ultimo intervento quello della Prof.ssa Daniela Celi, docente di Storia dell’Arte del “Medi” che ha parlato dell’importanza del trasmettere agli studenti l’amore per l’arte e per i tanti beni culturali di Barcellona Pozzo di Gotto. la beconoscenza del territorio e dei beni culturali della città del Longano. Anche lo studente Guglielmo Siracusa ha significativamente letto passi di “Caravaggio a Messina”. Presente con il suo banchetto di libri Pierangelo Giambra, editore che ha sposato con arguzia questo testo che ci dà un quadro molto accurato del “pittore dal cervello stravolto”, nella sua esperienza messinese.

Uno dei tanti eventi organizzati dalla Fidapa della nostra città che si è rivelato l’ennesimo successo e già sono in cantiere altri appuntamenti, a partire da quello del prossimo 25 gennaio quando si terrà al Parco Urbano il convegno  “Terremoto, prevenzione e sicurezza”.