Barcellona PG. Lelio Bonaccorso, disegnatore di fumetti, ha incontrato gli studenti all’Auditorium del Parco Urbano 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Nella mattinata di oggi, venerdì 10 maggio 2019, il noto disegnatore di fumetti Lelio Bonaccorso, ha incontrato gli studenti presso l’Auditorium del Parco Urbano “Maggiore La Rosa”.

Due sessioni dedicate a varie classi dell’istituto Comprensivo “Bastiano Genovese” visto il gran numero di studenti partecipanti e che sono state precedute dagli interventi introduttivi dell’Arch. Mario Benenati, Presidente di “Fumettomania Factory” e dall’Avv. Angelita Pino, Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione. Entrambi si sono detti compiaciuti per la presenza a Barcellona Pozzo di Gotto di Lelio Bonaccorso, complimentadosi per tutti i suoi lavori realizzati nel corso degli anni, in particolare per “Salvezza”, il più recente, attualmente in mostra al Villino Liberty “Foti-Arcodaci” fino a lunedì prossimo 13 maggio.

Si è trattato del secondo atto dell’iniziativa dell’Associazione Culturale “Fumettomania Factory” denominata “Prima le Donne ed i Bambini” che si chiuderà il prossimo 15 maggio nella sede dell’Istituto Comprensivo “Capuana”, in quella occasione Bonaccorso sarà collegato via Skype. Tornando alla giornata odierna è stata effettivamente un successone.

Lelio Bonaccorso, autore del Graphic Novel “Salvezza” insieme a Marco Rizzo, curatore dei testi, ha raccontato e si è raccontato a lungo con particolare riferimento ai suoi giorni trascorsi sulla nave dell’Ong “Aquarius”. A bocca aperta i ragazzi nel sentire la testimonianza a tratti dura ma proprio per questo “vera” di Bonaccorso. Alla fine gli studenti hanno posto interessanti domande al disegnatore che si è detto compiaciuto di questa sua mattina nella nostra città.

Mario Benenati ha consegnato un attestato agli studenti ringraziando inoltre i Dirigenti Scolastici delle due scuole partecipanti al progetto. Ha infine letto la poesia della studentessa della “Bastiano Genovese” Kleida Vukaj dal titolo “La vita in nero con un po’ di colore”, che ha commosso i ragazzi e gli stessi relatori. Kleida è salita sul palco ed ha ricevuto i complimenti da Benenati e da Bonaccorso mentre il pubblico le tributava un caloroso applauso.

 

 

 

 

 

 

 

 

Queste le parole di Lelio Bonaccorso a commento dell’evento: “Oggi con i fantastici ragazzi delle scuole di Barcellona P.G., in provincia di Messina, per parlare di Salvezza e di migranti. Domande molto interessanti da parte giovani studenti delle elementari e delle medie; riflessioni ed interventi che fanno capire quanto bene abbiano lavorato gli insegnanti e quanta sensibilità ed intelligenza abbiano questi ragazzi. Togliamoci di mente l’idea che l’Italia sia perduta, perché ce n’è una bellissima di cui si parla poco o nulla. È ora di riscoprirla!”

Nell’ambito del progetto scuola-lavoro quattro alunni dell’ITET” E. Fermi” hanno fatto servizio hostess.