Barcellona PG. Studenti del gruppo polacco EProjectConsult in visita al Museo Epicentro di Gala

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Interessante visita ieri 15 maggio 2019, al Museo Epicentro di Gala, in occasione dello  Stage formativo del gruppo polacco EProjectConsult. 

Gli studenti, accompagnati dall’interprete, si sono trovati di fronte alla collezione d’arte su mattonelle, rimanendo meravigliati dalla quantità e qualità delle opere realizzate dagli artisti noti a livello internazionali non solo, da quelli italiani ma anche da alcune mattonelle realizzate da artisti stranieri, tra questi hanno trovato anche dei loro connazionali.

Il fondatore e artista Nino Abbate insieme a Salva Mostaccio si sono messi a loro disposizione seguendo l’itinerario storico espositivo della collezione che va dal Movimento di Corrente fino alle ultime tendenze, rispondendo ad ogni loro domanda e tramite l’interprete si è riusciti a fare comprendere il significato e il valore di tutta la collezione. Gli studenti sono rimasti anche colpiti dall’opera “L’uomo che venne dal mare” scultura realizzata da Nino Abbate, in pietra pomice e ossidiana con elementi naturali delle isole Eolie.

La visita si è conclusa nel Giardino di Salva, dove hanno potuto ammirare oltre le poesie scritte su lastre in terracotta e legno, le sculture in pietra e le installazioni affascinati dal verde delle piante e dall’opera in pietra “il Sacrario dell’Arte” un tema esistenziale di vita e passione per l’arte di Nino Abbate e Salva Mostaccio, che hanno creato questi luoghi magici e spirituali, per far entrare stagisti nel pieno di questa opera dopo aver spiegato il significato si è creato quel rituale esoterico bruciando dell’incenso, numerose sono state le foto scattate sia dentro il museo che nel giardino, un ricordo che si porteranno con loro e nella loro terra della bellezza dei luoghi siciliani in questo caso Barcellona Pozzo di Gotto con la sua antica e storica Gala. Nino Abbate ha voluto ringraziare l’Arch. e gallerista Andrea Cristelli per aver organizzato la visita al Museo Epicentro, dimostrando ancora una volta l’interesse per la sua città e i luoghi di arte e cultura.