Basket. La finale final-four di Ferentino sorride a Torrenova promossa in B, per l’Orsa Barcellona applausi: “Progetto continua, partita persa non cancella stagione straordinaria”

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Stagione da incorniciare per i ragazzi terribili di coach Beto Manzo, malgrado la finale di stasera persa nella Final Four per la promozione in serie B al PalaPonteGrande di Ferentino, in cui l’Orsa Barcellona esce sconfitta per 57-64.

Successo che permette alla squadra di coach Silva di conquistare la promozione alla prossima diretta in Serie B Nazionale, mentre per i barcellonesi Campioni Regionali dopo la vittoria nella serie chiusa per 2-0 al Palalberti poco settimane fa, la possibilità di ritrovarsi nella serie cadetta con i nebroidei tentando la carta del ripescaggio. La società, il team e lo staff tecnico, e i tifosi tra cui numerosi andati a sostegno a Ferentino insieme alla città, che hanno ritrovato entusiasmo e passione, per la verità mai sopite, per la pallaspicchi in riva al Longano, è stato un campionato fantastico fatto di cuore, orgoglio sul parquet e oculatezza e programmazione fuori. Adesso il progetto continua, è sarebbe giusto e doveroso dopo quanto fatto, andare a disputare la serie B la prossima stagione, con maggiore sostegno da parte degli sportivi locali e non solo e soprattutto dall’imprenditoria per uno sport che rappresenta un patrimonio sportivo e sociale per tutta la comunità.

Andando al match di stasera, Gullo inizia come aveva finito la semifinale, aprendo il match con una tripla, Tonjann appoggia comodo due punti, poi Mancasola, Miranovic e Legend trovano il primo vantaggio Orsa 6-5 al 4’. Bricis e Munastra, però, non vogliono concedere nulla e dalla lunga distanza riportano al +1 Torrenova. Mancasola e Gullo si annullano ed è 15-15 alla fine del primo quarto.

Legend riapre il secondo periodo, altra tripla di Gullo che porta via le Aquile poi Cortina accorcia al 12’ (19-18). Ancora Gullo da 8 metri e Bricis con schiacciata e appoggio però firmano il 23-25 al 16’ con coach Manzo che è costretto a chiamare time-out. Tonjann su grande assist di Gullo ne appoggia due comodi, poi Bricis e Munastra per il +9, infine Mancasola da 3 punti chiude il primo tempo sul 28-34.

Al rientro dalla pausa lunga Torrenova allunga inesorabilmente: Tonjann raggira Legend appoggiando al tabellone, poi Sgrò dai 6.75 trova il +11. Cortina prova a muovere la retina per gli avversari ma Munastra dall’altra parte risponde pan per focaccia. Barcellona è in rottura prolungata e prima Sgrò poi Gullo, con quella che oramai è la sua specialità, professa pallacanestro portando gli avversari sul +12. Cortina è solo contro tutti e segna ancora, ma Munastra con 4 punti in fila e Suraci dalla media chiudono il terzo periodo sul 36-51.

Bricis con una grandissima stoppata apre l’ultimo periodo, ma Barcellona può giocare sul rimbalzo e Mancasola con una preghiera sulla sirena dei 24” trova la bomba che cambia l’inerzia del match. Le Aquile infatti faticano a segnare, così il play dell’Orsa guida la rimonta fino al -5, 49-54, al 36’. Un’acrobazia incredibile di Arto muove finalmente la retina per Torrenova, Vavoli dall’altra parte compensa a 2’ dalla fine. A 40” dalla fine poi è Gullo, con un assist al bacio, a permettere a Suraci di chiudere i conti della finale.

Nel postgara Lorenzo Crisafulli, Dirigente Responsabile dell’Orsa Basket Barcellona, anima e cuore di questo progetto cestistico, dichiara: “Una partita persa non può cancellare quanto di meraviglioso fatto in questa stagione questi “ragazzi”. Li ho personalmente ringraziati per aver sudato e buttato sangue per la nostra maglia. Il progetto sportivo va avanti…. Più forte di prima. Complimenti a Torrenova”.

ORSA Barcellona – Confezioni Corpina Torrenova 57-64 (15-15, 28-34, 36-51)

ORSA Barcellona: Legend 10, Selvatico, Alberione, Brusca, Vavoli 11, De Simone, Antoniani, Floramo, Cortina 11, Mancasola 21, Miranovic 4, Faye ne. Coach: Manzo
Confezioni Corpina Torrenova: Munafò, Sgrò 6, Tonjann 6, Arto 2, Busco M. ne, Suraci 6, Serafino, Munastra 15, Gullo 15, Busco G. ne, Bricis 13. Coach: Silva

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.