Calcio. Igea Virtus, cuore e coraggio non bastano al ‘Franco Scoglio’ giallorossi rimontati dal Città di Messina

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Non bastano cuore, determinazione e coraggio ai ragazzi di mister Tedesco, al ‘Franco Scoglio’ al 96′ termina 2-1 la sedicesima giornata del girone I di serie D, il derby va al Città di Messina che batte l’Igea Virtus rimontando dallo 0-1 aL 2-1: al vantaggio di Dodaro dei giallorossi al 7′ rispondono i messinesi con Galesio al 41′ e Codagnone al 34′ st.

L’Igea Virtus, in piena emergenza con soli 15 elementi oggi, indisponibili anche Perkovic e Santapaola, partita bene in avvio di gara trovando la rete di Dodaro, i giallorossi pagano la situazione di confusione settimanale e le fatali disattenzioni in campo, adesso la classifica parla chiaro penultimo posto a quota 10 punti. In settimana si spera nell’arrivo di altri 3 utili rinforzi da integrare in squadra come programmati dalla società, tre elementi ‘over’: un portiere, un centrocampista e un attaccante, sui nomi la società ha deciso sul massimo riserbo fino alla chiusura dell’accordo, in merito già domani si potrebbero avere aggiornamenti.
Risulta comunque da incorniciare l’impegno, la determinazione e l’attaccamento dei ragazzi di Tedesco scesi in campo che fino alla fine hanno messo cuore, forza e coraggio. E domenica prossima 23 dicembre, in programma al D’Alcontres-Barone l’altro scontro diretto con la Sancataldese, oggi vittoriosa per 1-0 sul Messina.

Cronaca della gara.

Al Franco Scoglio ottimo approccio della squadra giallorossa, dopo i primi minuti di studio, sblocca la gara l’Igea con il gol al 7′ di Dodaro, sugli sviluppi di un azione sulla destra di Asprilla che salta due avversari finta e mette una palla eccellente per il mediano giallorosso che insacca all’angolo sinistro di Paterniti.
Al 12′ insidioso retropassaggio di testa di Allegra per Coppola, Galesio è sulla traiettoria ma non arriva a deviare e il portiere blocca. Al 16′ ci prova Calcagno con una punizione dai 20 metri, destro che supera la barriera ma finisce oltre la traversa. Al 20′ giallorossi ben messi in campo, si difendono bene e cercano di ripartire, mentre il Città non riesce a reagire e impostare. Brutta tegola per l’Igea Virtus, al 24′ infortunio alla spalla per Velardi, al suo posto Pisaniello. Al 34′ ancora Igea in avanti: cross da sinistra di Akrapovic e colpo di testa di Diamoutene che, a centro area, colpisce di testa ma impreciso e palla a lato. Al 40′ cross da destra di Crucitti, un difensore tocca e la sfera colpisce la traversa. Arriva la doccia fredda un minuto dopo con il Città di Messina che impatta su successivo angolo, cross di Nicosia, Coppola esce male e Galesio deve spingere in rete a porta vuota. Al Franco Scoglio si va negli spogliatoi sul risultato di 1-1, alla rete di Dodaro al 7′ risponde Galesio al 40′.
Dopo tre di recupero si chiude la prima frazione: migliore approccio dell’Igea Virtus che, in vantaggio con Dodaro, difende bene e rischia pochissimo.
Al via la ripresa, cambio nel Città di Messina, dentro Dama per Bellopede. Prima azione per l’Igea Virtus con Asprilla che cede a Giambianco che va in mezzo a due, si libera e calcia di destro dai 20 metri, ma palla a lato. Non cambia l’andamento del match, il Città di Messina è rientrato in campo sempre poco determinato e fatica a impostare, con mister Furnari che cerca di dare maggiore vivacità con l’inserimento di Cangemi al posto di Calcagno. Per mister Tedesco primi cambi, esce Grosso ed entra Mancuso. Al 26′ Galesio recupera palla e lancia Codagnone, entra in area ma il destro è sbilenco e palla a lato. Al 34′ il Città di Messina ribalta il risultato, punizione di Ferraù, sul secondo palo Galesio rimette in mezzo per il colpo di testa ravvicinato di Codagnone che batte Coppola. Al 45′ ottima occasione per i gialllorossi con Miuccio davanti a Paterniti che respinge con i piedi, arriva Asprilla ma in precario equlibrio non riesce a dare forza e il portiere blocca. Al 48′ iniziativa di Costa sulla sinistra, che entra in area e calcia di destro, ma Coppola salva in due tempi sul primo palo. Al 49′ Paterniti salva anche su Berra, che aveva deviato il cross basso di Salifou.
Al 51′ arriva il triplice fischio, a sorridere è il il Città di Messina che si prende tre punti contro una Igea Virtus che in piena emergenza ha messo cuore ed orgoglio, ma anche oggi non è bastato e gli episodi la condannano.

CITTÀ DI MESSINA-IGEA VIRTUS 2-1
Marcatori: 8′ Dodaro (IV), 41′ Galesio, 34′ st Codagnone

Città di Messina: Paterniti, Crucitti (17′ st Fofana), Fragapane, Bellopede (1′ st Dama), Berra, Bombara (32′ st Costa), Nicosia, Calcagno (13′ st Cangemi), Galesio, Ferraù, Codagnone (38′ st Silvestri). A disp.: Berikavhvili, Grasso, Quintoni, Princi. All.: Furnari
Igea Virtus: Coppola, Allegra, Akrapovic, Dodaro, Bucca (37′ st Miuccio), Diamoutene, Calabrese (22′ st Salifou), Giambianco, Grosso (29′ st Mancuso), Velardi (24′ Pisaniello), Asprilla. All.: Tedesco
Arbitro: Ferrieri Caputi di Livorno
Assistenti: Bianchini di Frosinone e Fratello di Latina
Ammoniti: Velardi (IV), Bellopede (CdM), Pisaniello (IV), Allegra (IV), Crucitti (CdM), Fragapane (CdM), Calabrese (IV)
Recupero: 3′ e 6′

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE D GIRONE I, (da Tuttocampo.it)

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.