Calcio. L’Igea Virtus spreca nel finale, pari amaro con il Roccella

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Il cuore e l’orgoglio a sopperire limiti e confusione non bastano ai giallorossi, che oggi pur tra le difficoltà potevano far sua la gara. Al 95′ sull’azione-gol sprecata da Sylla, il giovane attaccante 2000 tutto solo davanti a Scuffia spara troppo centrale sul portiere ospite, giallorossi che escono tra lo sconforto e le lacrime dopo aver dato tutto specie nella ripresa.

Termina sul risultato di 0-0 il match del D’Alcontres-Barone tra Igea Virtus e Roccella, valevole per la 28esima giornata del girone I di serie D, la squadra di mister Eupremio Carruezzo spreca un altra occasione per fare punti e continuare a sperare nel treno play-out che dista 8 lunghezze quando mancano 6 gare.

Cronaca della gara.

I giallorossi di Carruezzo si presentano in campo con un inedito 4-3-3 formato da Cascione tra i pali, in difesa Diamoutene e Allegra al centro, quest’ultimo prende il posto dello squalificato Mancuso, sulle fasce Consales a sinistra e Moussa a destra, sulla mediana Giambanco al centro con Pisaniello e Dodaro interni, in attacco Perkovic al centro e sugli esterni Velardi e Miuccio.

Primi venti minuti con le due squadre contratte che non riescono a produrre azioni degne di nota. Al 20′ si fanno vedere i giallorossi con una punizione dalla trequarti di Giambanco, stacco di testa di Diamoutene, (tra i migliori in campo specie sulle palle aeree), con la sfera che termina a lato di poco. Al 21′ il Roccella si fa pericoloso con l’ex di turno Busatta che in area ben servito fa partire un tracciante che sfiora il palo alla sinistra di Cascione, si salva l’Igea. Alla mezzora ancora ospiti minacciosi con un cross in mezzo dalla sinistra per Busatta che al volo di piatto con la sfera che finisce sopra la traversa. Timide le azioni offensive dei giallorossi che cercano di imbastire azioni con Miuccio, Velardi sulle corsie laterali e Perkovic al centro ma con scarsi risultati. Al 41′ calabresi ancora in avanti, in area tutto solo davanti al portiere giallorosso Busatta, uscita prodigiosa di Cascione che chiude il tiro dell’ex igeano. Si chiude così la prima parte di gara in cui i giallorossi hanno fatto vedere ben poco per impensierire Scuffia. Nella ripresa, entrano gli stessi 22 in campo nessun cambio tra le due compagini. Al 4′ punizione centrale di Puzzitelli con Cascione che non trattiene, il portiere giallorosso subisce fallo e gioco fermo. Primo cambio per i giallorossi dentro Sylla per Miuccio. Subito dopo al 17′ spazio anche a Calabrese per Velardi. Al 20′ ospiti che si propongono dalla destra: palla per Dwomo che tira al volo con la sfera alta sulla traversa. Mister Carruezzo butta in mischia anche Rossano al posto di Giambanco per vivacizzare la fase offensiva e tentare il tutto per tutto. Al 34′ calabresi in avanti con un tiro centrale di Messina e la parata agevole di Cascione. Allo scadere dei minuti di recupero al 50′, l’episodio che può cambiare la storia della gara e forse anche le speranze igeane di vincere e riacciuffare il treno play-out: azione dalla sinistra Moussa per il cross in mezzo di Dodaro con la palla che arriva a Sylla che tutto solo davanti al portiere fa partire un tiro ma Scuffia respinge con i piedi una palla forte ma troppo centrale. Pochi secondi dopo giunge il triplice fischio dell’arbitro Niccolò Turrini di Firenze, a calare il sipario sul match in cui i giallorossi allo scadere non hanno saputo capitalizzare la palla del colpo del ko.

Le Formazioni:

Igea Virtus: Cascione, Dodaro, allegra, Miuccio, Consales, Perkovic, Giambanco, Velardi, Diamoutene, Pisaniello, Moussa. All.Carruezzo
A disp. Sylla, Bruno, Grillo, Rossano, Akrapovic, Cucchiara, Calabrese.

Roccella: Scuffia, Cordova, Asselti, Asei, Zukic, Pizzutelli, Diop, Ngome, Busatta, Mbaie, Dwmo. All. Passiatore
A disp. Fazzolari, Messina, Filippone, Braia, Riitano, Tassone, Colaianni, Rhfir, Akonedo.

Ammonizioni: Allegra, Giambanco, Pisaniello, Calabrese (IG)

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.