Milazzo inserita in percorso religioso per valorizzazione Sant’Antonio da Padova

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

L’iniziativa è stata promossa dall’associazione “Il Cammino di Sant’Antonio” di Padova che intende promuovere una sorta di “Cammino” dedicato a pellegrini, camminatori e runners lungo tutto i luoghi del Santo. Dalla Sicilia, e appunto da Capo Milazzo dove il Santo naufragò di rientro dalla sua missione in Marocco, fino in Veneto, passando per Assisi, dove il giovane frate partecipò nel 1221 al Capitolo generale dei Minori indetto da San Francesco. Complessivamente circa 1.550 chilometri.

Il progetto sarà presentato nel corso di una tavola rotonda che si terrà sabato 21 aprile presso il convento della Basilica del Santo a Padova, all’interno della “Festa dei Cammini e dei Camminatori al Santo”, alla quale interverranno anche gli amministratori locali di Padova, Assisi e Milazzo. Il sindaco mamertino, Giovanni Formica e l’assessore al Turismo, Piera Trimboli hanno dato la loro adesione e quasi certamente saranno presenti all’incontro.

Nei giorni scorsi il presidente dell’associazione Mirco Zorzo, assieme ad altri due soci sono stati a Milazzo sia per incontrare le istituzioni interessate dal tragitto e le associazioni locali potenzialmente coinvolte, ma anche per verificare il tragitto e visitare il Santuario di Sant’Antonio di Capo Milazzo. Hanno percorso il tratto iniziale del “Cammino”, da Capo Milazzo a Saponara e incontrato alcuni esperti locali per individuare percorsi alternativi, superando così le difficoltà relative alla scarsa sicurezza della strada tradizionale, trafficata e senza marciapiedi.

La realizzazione del Cammino – è stato sottolineato – richiede non solo l’individuazione del tracciato, ma anche la sua sicurezza, o messa in sicurezza, la sua fruibilità (segnaletica, individuazione di punti di ristoro, località di pernottamento per pellegrini ecc.) e la sua manutenzione. Per renderlo realtà è quindi indispensabile il coinvolgimento delle associazioni locali, della rete dei conventi francescani – vista la straordinaria devozione di cui è oggetto sant’Antonio di Padova in Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania -, e delle istituzioni locali sotto la cui amministrazione rientra il territorio interessato dall’itinerario”.
“Una iniziativa sicuramente importante che ho subito condiviso – ha affermato il sindaco Giovanni Formica – in quanto ritengo che il Cammino sulle orme di sant’Antonio oltre a un pregnante valore spirituale e devozionale possa avere numerosi risvolti turistici, economici e paesaggistici”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.