Verso le Alpi per le visite mondiali “Communities in Bloom”

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

E’ prevista per domenica pomeriggio a Usseaux (Torino) la cerimonia di accoglienza in Italia della Giuria Mondiale “Communities in Bloom”. A ricevere la delegazione Canadese oltre alle autorità locali ed il Sindaco di Usseax Andrea Ferretti, sarà presente anche il direttivo di Asproflor/Comuni Fioriti referente unico per l’Italia delle analoghe organizzazioni internazionali “Entente Florale” per l’Europa e quella mondiale “Communities in Bloom” presieduta dal canadese Raymond Carriere. A Usseaux sarà presente il Presidente di Asproflor/Comuni Fioriti Renzo Marconi con i due vice presidenti Sergio Ferraro di Torino e Michele Isgrò di Terme Vigliatore, Sicilia. Con loro in rappresentanza della Giuria Nazionale Comuni Fioriti saranno presenti Giuliana Giacone e Mauro Paradisi quest’ultimo è anche giudice mondiale e coordinerà i lavori delle due colleghe Lorna Mcllroy proveniente dal Canada e Andrea Bocsi proveniente dall’Ungheria. Il Direttivo Asproflor nella sua struttura si compone di altri due vice presidenti, Franco Colombano di Alba Cuneo e Matteo Roncador di Mezzolombardo Trento.

Ogni anno tra i Comuni Fioriti Italiani più virtuosi vengono scelte due località che gareggiano in ambito europeo e altre due che gareggiano in ambito mondiale. Quelle selezionate per il 2019 sono state: Spello in provincia di Perugia (Umbria) per il mondiale, visitata circa venti giorni fa, e Usseaux in provincia di Torino che sarà visitata in questo fine mese. Quelle selezionate per l’Europa sono entrambe in Trentino, si tratta di Molveno e Fai della Paganella in provincia di Trento, entrambe saranno visitate tra il 20 e il 25 luglio prossimo.

Un’esperienza molto formativa per Michele Isgrò Vice Presidente siciliano dei Comuni Fioriti d’Italia, che mette a fuoco il suo ruolo nazionale percorrendo insieme ai colleghi tutta l’Italia dei fiori da una regione altra. “Non sono viaggi rilassanti ci spiega ma veri e propri tour de force, per raggiungere in breve tempo più località possibili si ragiona si valuta ma si corre. Due settimane fa sono rientrato da un viaggio di 4600 chilometri che ha toccato prima il Piemonte con Torino, poi il Lago di Garda con Bardolino, quindi Roma per un breve briefing, Spello in Umbria per la prima visita mondiale quindi Cervia-Milano Marittima in Emilia Romagna e Bologna per il rientro e finire alla visita di Gangi in provincia di Palermo. L’obiettivo dei Comuni Fioriti è quello di promuove la cultura dell’accoglienza attraverso il bello, ma non solo fiori come si potrebbe immediatamente pensare, si valuta soprattutto la pulizia, il decoro e l’ordine delle città. Da ogni viaggio mi rimangono grandi contenuti esperienziali ed umani, modi di essere e di fare di località lontane e diverse tra loro, il confronto tra modelli d’interpretazione amministrativa e la capacità di dialogo che le amministrazioni hanno con i cittadini, un notevole bagaglio d’informazioni che spesso provo a raccontare sui social cercando di condividere con tutti il più possibile di quanto vivo in prima persona.

Proprio sugli aspetti accennati da Michele Isgrò, si concentreranno le valutazioni per ottenere il nuovo Marchio di Qualità Comuni Fioriti, incentrato sugli aspetti di benessere di Vita, vivibilità dell’ambiente delle città. In questa settimana da Torino partirà la Giuria Nazionale Comuni Fioriti per le prime visite; Un team molto professionale e d’esperienza che punterà gli occhi non solo ai fiori ma anche al decoro e alla pulizia per finire al coinvolgimento che l’amministrazione comunale riesce a costruire con i propri cittadini, elemento non trascurabile per l’avvio di efficaci iniziative locali ma anche di traguardi nella tenuta generale del paese. No alle cartacce, no alle scritte vandaliche no agli sprechi sconsiderati di energia, no alle erbacce. Una buona accoglienza parte dalla comunicazione visiva con i cartelli ben tenuti, con i punti i cui il paese si apre all’esterno ben tenuti e ovviamente fioriti soprattutto l’ingresso del paese e gli edifici rappresentativi.

E’ un progetto che cresce dice soddisfatto il presidente Renzo Marconi, tanti anni di esperienza, di tempo, di passione che oggi sfociano in un progetto nuovo e unico in Italia il “Marchio di Qualità per l’ambiente di Vita Comuni Fioriti”. Siamo pronti ad accogliere i comuni già meritevoli ma anche quelli che intendono intraprendere un cammino di crescita per migliorarsi e per migliorare l’Italia della bella accoglienza.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.