Zia Caterina con il Taxi Milano 25 ed i “SuperEroi” incontrano la comunità di Rometta

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Importante evento sotto il profilo sociale quello svoltosi a Rometta Marea (ME) lo scorso martedì 23 aprile 2019 presso il Centro Socio Parrocchiale “Beata Vergine Maria DI Guadalupe”: Zia Caterina, il suo Taxi Milano 25 insieme ai “SuperEroi”, hanno incontrato la città.

Ma chi è Zia Caterina? Chi sono i “SuperEroi”? Zia Caterina, ovvero Caterina Bellandi, è nata a Prato il 6 marzo 1965 e la sua storia è una storia d’amore, quella verso il suo compagno Stefano morto di cancro ai polmoni. Lui in realtà era il taxista di Milano 25; lei ha ereditato il taxi come dono d’amore e lo ha voluto trasformare in un luogo magico, in una piccola oasi incantata che oltre a svolgere il normale servizio pubblico del taxi, effettua corse gratuite per l’ospedale a favore dei familiari e dei bambini malati di tumore, quelli che lei chiama i suoi “SuperEroi”, e che fa dipingere sul taxi, facendoli diventare dei personaggi da fumetto dotati ognuno di superpoteri che li rende invulnerabili. I “SuperEroi” di Zia Caterina sono ragazzi speciali, bambini e bambine straordinari che tutti i giorni sfidano mali crudeli e affrontano insopportabili dolori con la voglia di vivere e di vincere la loro battaglia.

Reduce da un tour per la Sicilia, con tappe a Palermo, Mazara e Trapani, a trovare le famiglie dei “SuperEroi”, Zia Caterina è stata anche a Messina e quindi questo incontro nella cittadina tirrenica di Rometta, in visita a due bimbe che stanno combattendo. Nel pomeriggio presso il Salone Parrocchiale è stato prima proiettato un video che ha illustrato ai presenti chi fosse Zia Caterina, quindi con una canzone è stata accolta e sono intervenuti per un saluto il padrone di casa Padre Scibilia e Padre Maurizio della Fraternità del Buon Pastore. È seguito un interessante dibattito con le testimonianze delle famiglie dei bimbi malati, moderato da Franco Anania. Quindi ha preso la parola Natalia Bantuccio, testi letti da Antonio Parisi, mentre gli alunni delle scuole medie hanno a loro volta letto dei temi. Davide Cantale si è occupato dell’animazione.

Molto importante l’intervento di Giovanni Ripa, Presidente dell’Associazione “Fabrizio Ripa” (dedicata proprio al giovanissimo Fabrizio, scomparso prematuramente, che Zia Caterina è andata a trovare al cimitero di Villafranca) che ha donato 5000 euro al Presidente della Confraternita di Misericordia di Spadafora Giuseppe Nastasi, per l’acquisto di una nuova ambulanza con presidio pediatrico a bordo. La giornata si è chiusa con i saluti e con un bellissimo omaggio floreale dell’Amministrazione comunale, il ringraziamento dei commercianti e musica e buffet insieme a Zia Caterina. Un evento di grande spessore sociale che ci riconcilia con valori profondi quali altruismo, solidarietà, amore verso il prossimo ed i complimenti oltre che a tutti gli organizzatori, parrocchia, associazioni di volontariato, cittadini, vanno a Zia Caterina, grande donna, che porta gioia e colore ai bambini meno fortunati.