Condividi:

La Polizia era sulle tracce già da ieri, dopo aver setacciato il territorio e con l’aiuto delle immagini delle telecamere a circuito chiuso, si è potuto risalire all’autore dell’incendio appiccato all’auto di Roberta Macrì dopo il tentativo di innescare le fiamme al Palatenda di San Giovanni nella notte tra sabato e domenica scorsa. Dalle indagini, coordinate dal vice-questore Mario Ceraolo, si tratterebbe di un giovane sedicenne le cui iniziali sono G.G. 

Al momento il ragazzo è stato denunciato a piede libero dalle Forze dell’Ordine e rimane in attesa di una immediata misura cautelare dalla Procura del Longano presso il Tribunale dei Minori.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.