Condividi:

Multe non pagate al comune, scatta il rischio incompatibilità per i due consiglieri Rosario Piraino e Mario Sindoni.  Al centro ci sarebbero due notifiche ricevute nei mesi di giugno e luglio a causa delle autorizzazioni per dei manifesti di ringraziamento affissi dopo le elezioni, successivamente è stato presentato un ricorso da parte dei consiglieri e da qui si è avviato un contenzioso con Palazzo delle Aquile.

 Attenendosi al regolamento del Testo Unico degli Enti locali, scatterebbe l’incompatibilità con l’ incarico pubblico, in quanto non si potrebbe ricoprire “la carica di sindaco, presidente della provincia o consigliere comunale colui che ha lite pendente in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo con l’ ente comunale o la provincia”.

L’unica soluzione a questo punto, per Piraino e Sindoni, nell’attesa della definizione del contenzioso, al fine di salvare il loro posto nel civico consesso sarebbe pagare le multe al comune.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.