Condividi:
Per una Barcellona, in silenzio stampa, con il morale sotto i tacchi e relegata all’ultimo posto in classifica con il rischio tracollo, la gara di stasera alle 18 contro Agropoli risulta di ‘vitale’ importanza per la palla spicchi del Longano. Oggi si riparte dal girone di ritorno, dopo un’andata da dimenticare chiusa con la pesante sconfitta nel derby con Trapani di tre giorni fa. Il destino di Barcellona passa attraverso la gara di oggi contro un avversario non certamente facile, un Agropoli terza in classifica ed assoluta rivelazione del torneo.
Non tutto è perduto per i giallorossi che ritrovando fiducia e maggiore grinta e motivazione a partire dagli americani, potrebbero facilmente recuperare i quattro punti di distanza dalle tre dirette concorrenti per la lotta per non retrocedere, al momento Reggio Calabria, Biella ed Omegna a 10 punti.  Un intero girone di ritorno da giocare per dare risposte concrete a chi crede sia impossibile la salvezza di questo roster e di tutto il progetto basket a Barcellona. Pur tra svariate difficoltà, dagli infortuni, al morale dell’ambiente fino allo stato di forma degli americani, l’obiettivo salvezza al momento resta un obiettivo assai difficile ma non impossibile. Considerando anche altri due innesti che potrebbero arrivare dal mercato.
Certamente anche la passione, il calore e l’attaccamento da parte della città non deve affievolirsi nel momento in cui la nave affonda, ed una risposta a questo punto della stagione deve arrivare anche dal pubblico del Palalberti. A riguardo l’ingresso libero di oggi è stata una scelta societaria, volta in tal senso, al fine di poter avere un numero di supporters maggiore rispetto alle ultime uscite, per supportare e seguire fino alla fine un gruppo di giovani che, pur tra limiti tecnici e di esperienza, stanno provando e proveranno ancora di più a mettere tutte le loro energie e capacità per rialzare la china e ridare speranza a società, città e tifosi.

 

 

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.