Condividi:

Il gruppo politico PDR, in merito alla questione “cartelle pazze”, ritiene utile fare chiarezza su una questione complessa e non lasciare spazio ad eventuali speculazioni; infatti queste non fanno altro che amplificare ad arte la confusione ed ingenerare allarmismo.
“Non interessa, in questo momento, al nostro gruppo alimentare la polemica – scrivono nella nota stampa – specificando le eventuali responsabilità politiche di chi ha scelto di affidare ad una ditta esterna l’accertamento crediti non ritenendo opportuno dare questo incarico all’Ufficio competente dell’Ente, non tenendo conto altresì dell’esperienza negativa subita dal nostro Comune nel 2000 con la società Ausonia, così come ricordato dal Vice Sindaco Filippo Sottile in sede di approvazione del bilancio.
E’ tuttavia certamente evidente che esistono errori da imputarsi tanto alla ditta affidataria tanto agli Uffici comunali.
E’ interesse prioritario della buona politica che in questa fase vengano attuate tutte le misure necessarie per tutelare i cittadini e l’Ente, e in questo senso bisogna dare atto che l’Amministrazione in carica ha da subito disposto tutte le misure necessarie, garantendo i principi di legalità e trasparenza.
Infatti, immediatamente l’Amministrazione ha diffuso un comunicato con cui si invitavano i cittadini destinatari delle cartelle riferite agli anni 2011-12-13 a non pagare, cui ha fatto seguito la determina cheannullava in autotutela tali accertamenti e l’istituzione di un numero telefonico ad hoc a servizio degli utenti .
Apprezziamo l’ulteriore chiarimento diffuso stasera con una nota stampa dalla Dott.ssa Bartolone.
Il gruppo PDR è sempre disponibile al dibattito ed al confronto politico purchè questo si traduca in un contributo produttivo e non nella solita retorica sterile”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.