Condividi:

Dopo il vile atto vandalico perpetrato stanotte da ignoti ai danni dell’auto di Roberta Macrì, esperta del comune di Barcellona Pozzo di gotto e per anni impegnata nella lotta per il rispetto ai diritti dei disabili,  non tarda ad arrivare nonostante la giornata festiva la solidarietà da parte di Legambiente del Longano, che definisce il gesto, “uno spregio alle più elementari norme di convivenza civile e rispetto della vita umana”.

“Riconosciamo in questo gesto un atto vile e vergognoso, una forza meramente distruttiva che in quanto tale non può intaccare i percorsi di socialità e solidarietà che ha generato quotidianamente Roberta Macrì con la sua partecipazione attiva”, queste le parole del presidente dell’associazione ambientalista, Carmelo Ceraolo, esprimendo così vicinanza all’esperto per dimostrare che nessuno va lasciato solo a esporsi contro queste forze occulte e distruttive che non vogliono il bene della comunità. L’unione in momenti come questi , contro questi attacchi spregevoli può e deve rappresentare un argine al verificarsi di certi fenomeni  indegni che non spaventano una città che vuole crescere.

“È assolutamente indecente ed incondivisibile, una strategia di comportamento distruttivo, quello messo in atto contro la buona gente, in evidente contrasto con il benessere pubblico e la legalità” così afferma nella nota Carmelo Ceraolo, ribadendo con forza la richiesta alle istituzioni di mettere in campo con il massimo vigore, azioni di contrasto ad atti criminali di questo genere, che vogliono distruggere, ma che invece rinsaldano dando un nuovo impulso ai cittadini perbene.

Conclude così il presidente di Legambiente del Longano nella sua nota di vicinanza a Roberta Macrì: “Al mondo esistono le persone perbene e gli altri, purtroppo ieri gli altri non erano altrove”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.