Condividi:

Si complica non poco il piano salvezza di Barcellona che esce sconfitta dallo scontro diretto del ‘Palasport-Verbania’ contro la diretta concorrente Omegna, al termine dei 40′ il tabellone sentenzia 85 -82. A questo punto serve una vera e propria impresa sportiva per cercare di uscire dalle sabbie mobili dell’ultimo posto.

Dopo una gara sempre equilibrata, in cui i due roster lottano senza tregua. Il finale di gara decreta la vittoria di Omegna sospinta dai colpi di Galloway e Iannuzzi. Per la squadra di coach Bartocci non bastano le buone prove del neo-arrivato Pellegrino, autore di 22 punti, del capitano Migliori 20 e Smith 17. Adesso si fa molto dura per Barcellona relegata all’ultimo posto a 4 lunghezze dalla zona salvezza e con gli scontri diretti a sfavore (0-2), adesso per la salvezza servirebbero praticamente 6 punti in più e sperare che Omegna si fermi.

In settimane altre prove crocevia della stagione dei giallorossi, con due turni casalinghi da sfruttare come assoluta ultima spiaggia e sperare nel miracolo salvezza. Prossime gare in programma mercoledì 17 febbraio, al Palalberti arriverà Tortona, mentre Omegna andrà a Siena. E domenica invece Barcellona se la vedrà con Tortona, in attesa di Omegna-Casalpusterlengo.

Cronaca della gara.

PRIMO TEMPO – Omegna mette subito in chiaro le cose, rompe il silenzio e vola sul +4 ma Barcellona capisce che non è più il tempo di scherzare. Smith in un batter d’occhio riporta sul +1 i propri compagni, (4 – 5). Le due squadre danno vita ad un acceso botta e risposta, Migliori, Loubeau e il nuovo acquisto Pellegrino, permettono ai siciliani di chiudere il primo periodo in vantaggio sul punteggio di 18 -20. Nel secondo periodo i padroni di casa alzano la voce, consentendo a Barcellona solo due punti in sei minuti. Casella, Gurini e Galloway non perdono tempo è trovano la retta via e firmano +17, (39 – 22). Pellegrino scuote i propri compagni e trova la reazione, Bianconi e Migliori contribuiscono e il secondo quarto termina sul -7, 48 – 41.
SECONDO TEMPO – Si torna in campo per i secondi venti minuti, La Briosa vuole ridurre al minimo il divario, tocca il -3, (48 – 45), poi Omegna prende nuovamente le distanze, 55 – 45. Il duo Pellegrino – Bianconi, non fa altro che ridurre nuovamente il gap tra le due compagini ma i padroni di casa sono sempre pronti per ripartire, il terzo periodo termina 66 – 56. Il quarto quarto è decisivo, Migliori (sette punti consecutivi), Pellegrino e Fallucca riducono lo svantaggio e mettono la testa avanti, 68 – 70. Omegna e Barcellona lottano senza tregua, Barcellona conduce per sette minuti di gara, poi Galloway e Iannuzzi fanno loro la partita. Il match termina 85 -82

Paffoni Omegna – La Briosa Barcellona 85 – 82
(18 – 20);(48 – 41);(66 – 56);(85 – 82)

Tabellini
La Briosa Barcellona Fallucca 8 , Loubeau 4 , Smith 17 , Migliori 20, Maccaferri , Varotta , Centanni 5 , Pellegrino 22, Bianconi 6, Pettineo; Coach Maurizio Bartocci.

Paffoni Omegna: Galloway 29, Zanelli 9, Iannuzzi 14, Casella 11, Smith 8, Vildera, Cappelletti 3, Galmarini, Banach, Gurini11; Coach Magro

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.