Condividi:

La prima di due gare interne consecutive. Contro Tortona, La Briosa Barcellona è chiamata a scuotersi per riscattare la deludente sconfitta di Omegna. Vincere per continuare a tenere accesa la fiammella della speranza. Crederci fino alla fine, insomma.

Alla vigilia del match in programma domani sera (inizio ore 21) al “PalAlberti”, parla coach Maurizio Bartocci: “Affronteremo una delle migliori squadra del campionato, con un organico importante. Sarà un ostacolo durissimo e quindi metteremo in campo l’anima, giocando con la massima energia e intensità possibile. Completeremo l’inserimento di Pellegrino nel gruppo. Tutti gli elementi sono chiamati a uno sforzo ulteriore. A Omegna abbiamo messo tutto, pagando oltremisura un passaggio a vuoto a inizio secondo quarto. Peccato non essere riusciti a portarla a casa”.
Grinta e determinazione sono doti richieste anche dall’assistente Francesco Trimboli: “Siamo ben consapevoli di affrontare un avversario tosto. Per noi adesso ogni partita è una finale. Il nostro unico obiettivo deve essere quello di vincere quante più partite possibili per continuare a sperare. Cercheremo di dare filo da torcere ai nostri avversari e ce la metteremo tutta. Speriamo che la nostra gente ci stia vicina fino alla fine perché, finché c’è un filo di speranza, noi abbiamo il dovere di credere nella salvezza”.

Intanto in settimana Barcellona ha rescisso consensualmente il contratto con Andrea Capitanelli, il quale giocherà adesso con l’Amatori Pescara. “La società ringrazia il giocatore – si legge nella nota – per l’impegno profuso e gli augura le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.