Condividi:

Si è svolta nel fine settimana a Palazzo D’Amico la manifestazione promossa dall’associazione Italiana Sclerosi Multipla, finalizzata a ribadire la volontà di ricostruire il lido “Open Sea” distrutto da un incendio lo scorso gennaio.

All’incontro sono intervenuti Angelo La Via, presidente regionale Aism, il sindaco di Milazzo e l’assessore ai servizi sociali Giovanni Di Bella, Mario Alberto Battaglia, presidente della Fondazione italiana sclerosi multipla, e Roberta Amadeo, presidente nazionale Aism.

«Con il nostro progetto abbiamo cambiato il modo di pensare la disabilità. Il lido è un laboratorio di cittadinanza attiva dove anche i turisti diventano operatori del volontariato» è la testimonianza di Angelo La Via, che ha annunciato la riapertura del lido a giugno.

Il sindaco Giovanni Formica e l’assessore Di Bella hanno ribadito con forza che Milazzo è una città solidale e che l’associazione troverà nell’amministrazione comunale un alleato leale e fedele.

Formica in particolare ha ricordato che nel 2002, quando ricopriva l’incarico di dirigente ai servizi sociali del Comune, accolse con favore il progetto “Open Sea”. «Oggi deve partire un’operazione di rinascita e ricostruzione. Sarà un’occasione per rinsaldare il rapporto di collaborazione tra le associazioni di volontariato» ha affermato il sindaco.

Battaglia ha sottolineato come ciascun cittadino debba essere parte del cambiamento per consentire a tutti di godere di pieni diritti. Roberta Amadeo ha manifestato la sua gioia nel vedere tanta partecipazione all’evento e ha rassicurato che il lido, una volta riaperto, sarà ancora più accogliente e accessibile di prima.

Alla fine della conferenza, tutto il pubblico insieme ai rappresentanti dell’Aism e all’amministrazione comunale si sono mossi in corteo fino a raggiungere il lido.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.