Condividi:

I gialloblu di Enza Torre recuperano un match che sembrava parzialmente compromesso e riconquistano l’Aia Scarpaci. Che la gara contro il Milazzo fosse un vero e proprio crocevia per la stagione, in casa Morgan lo sapevano tutti, così come all’Aia Scarpaci si sapeva che contro un CSI in netta ripresa non sarebbe stato facile conquistare la vittoria, anche perchè il derby fa sempre storia a se. E le aspettative, alla fine non sono state tradite, con i dodici in campo che hanno regalato, almeno per due set, spettacolo e continui colpi di scena. In una atmosfera anche questa settimana da brividi, con l’impianto barcellonese che si presenta nuovamente stracolmo in ogni ordine di posto (almeno 400 le presenze anche domenica), si inizia con Barcellona che si porta avanti nelle fasi di studio del set, grazie ad un mini-break di 3-4 punti, che però verrà immediatamente colmato da Filoramo e compagni, che intorno alla metà del parziale riusciranno a ricucire lo svantaggio ed a piazzare a loro volta un contro-break che di fatto indirizzerà la contesa in loro favore, con Barcellona che appare sin troppo contratta e fallosa. Al cambio campo, riordinate le idee, l’Ottica Sottile entra con altro piglio e questa volta amministra la pratica per gran parte del parziale, sino al 21-17. Sarà a questo punto che il CSI piazzerà ben 6 punti di fila, portandosi in un amen sul 21-23. Ma proprio quando si stavano pregiudicando incontro ed anche ambizioni di classifica ecco che Accetta e compagni non sbagliano più nulla e, con voglia ed autorità, piazzano i punti necessari per chiudere il set e riaprire una partita che sembrava compromessa. La vittoria in rimonta galvanizza i padroni di casa, che mantengono altissima la concentrazione, amministrando il gioco, al cambio campo, senza eccessivi patemi.La reazione degli ospiti, sul finale, renderà meno severo lo score del set, che la Morgan conquisterà comunque senza eccessive tensioni, portandosi in vantaggio nello score parziale. Il CSI subisce il contraccolpo psicologico, perde lucidità e subisce il gioco dei padroni di casa che si portano subito avanti 17-10. Il quarto ed ultimo set si concluderà sul 25 a 18 per la Morgan, tra gli applausi del numerosissimo pubblico di fede gialloblu. I ragazzi del presidente Fazio conquistano così tre punti di importanza capitale, rimanendo solitari al secondo posto in classifica, guadagnando tre punti sul Capaci, sconfitto a Messina, ed un punto sullo Sciacca, vittorioso, ma al quinto set, a Trapani. A fine gara l’intero entourage dell’Ottica Sottile ha dedicato la vittoria al grande amico Salvuccio Rao, allenatore barcellonese conosciutissimo nell’hinterland del Longano e non solo, stroncato a soli 58 anni da un infarto, proprio a poche ore dall’inizio della partita dell’Aia Scarpaci. Per tale motivo, prima dell’inizio del derby, come gentilmente concesso da Direttori di Gara e Squadra Ospite, è stato osservato un commosso minuto di raccoglimento. Ritornando a parlare di Volley, prossimo impegno per l’Ottica Sottile nuovamente all’Aia Scarpaci, ma alle ore 17, domenica prossima contro il Salusport Petralia, altra squadra, così come il CSI, impegnata nella lotta per non retrocedere. Ottica Sottile Barcellona – CSI Milazzo 3-1 (22-25, 25-23, 25-21, 25-18) Ottica Sottile: Mazzeo, Marchetta, Catania, Saccà, Trifilò, Di Lorenzo, Crisafulli, Saitta, Pantano (L), Biondo, Gitto, Accetta. All. Torre Milazzo: Vento (L), Formica And., Formica, Ndoka, Filoramo, Corso, Galdi, Rucci, Sottile, Guberti, Caravello, Pino. All. Maio.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.