Condividi:

I cittadini di Milazzo e della Valle del Mela, scenderanno in piazza per protestare pacificamente e civilmente contro la realizzazione dell’inceneritore della Valle del Mela che la società Edipower A2A intende realizzare presso la centrale termoelettrica di Archi.

L’iniziativa organizzata da diverse associazioni del territorio, Adasc, Comitato No Inceneritore, Legambiente del Longano, è stata condivisa e sposata dal movimento ambientista che da anni denuncia la grave crisi sanitaria ed ambientale che attanaglia la popolazione residente. “Non sarà sicuramente la manifestazione di sigle o personalità – dichiara il presidente dell’ADASC Peppe Maimone – ma esclusivamente dei cittadini che sono stanchi di questo modello di “sviluppo” che ha portato devastazione ambientale e problemi sanitari”.

La manifestazione si terrà a Milazzo, domani domenica 13 marzo con partenza alle ore 15 da piazza San Papino. “É fondamentale la presenza massiccia della popolazione – continua Maimone – per far capire alle istituzioni regionali e nazionali che il territorio non è più disposto ad ospitare colossi industriali che intendono realizzazione impianti altamente inquinanti e dannosi per la salute pubblica con enormi profitti economici per gli inquinatori. Possiamo seriamente voltare pagina; bisogna ridisegnare il futuro del comprensorio del Mela basato sul turismo, cultura, agricoltura, florovivaismo e portualità. La battaglia contro la realizzazione del mostro inceneritore possiamo vincerla unendo alla mobilitazione popolare altre azioni concrete percorrendo anche la strada legale-giudiziaria. Il territorio in tutte le sue componenti  (cittadini, Associazioni, giunte municipali, consigli comunali) ha detto NO alla realizzazione dell’inceneritore della valle del Mela”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.