Condividi:

L’Amministrazione Comunale, in sinergia con le Istituzioni scolastiche di Furnari, ha presentato al Teatro Comunale un evento avente ad oggetto “la cultura di Furnari tra storia e leggenda”.

“Detto evento si inserisce nella prima edizione della settimana della cultura dell’area Metropolitana di Messina, – si legge nella nota comunale – dal titolo  “Trinacria Sconosciuta” che, accogliendo la proposta del Comune di Furnari, si è svolto nel Teatro Comunale, con la folta partecipazione degli alunni dell’Istituto Comprensivo, del corpo docente e dei genitori.

Gli studenti, con la loro collaborazione creativa, – continua – attraverso la recitazione ed il disegno, hanno reinterpretato “La leggenda di Furnari” del poeta ed educatore furnarese prof. Felice Conti (1921-1999), più volte insignito di importanti premi letterari fra cui quello della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed i cui testi poetici sono riportati in diverse antologie letterarie per le scuole.

Ne “La leggenda di Furnari”, in dialetto siciliano, viene ricostruita  l’origine della città, attraverso una importante citazione nell’Orlando Furioso (al canto XLI, 30:
“…un can d´argento aver vuole Oliviero che piaccia e che abbia sul dorso con un motto che dica FINCHE´ VEGNA…”), citazione che richiama i colori dello stemma del Comune in cui campeggia un levriero d’Argento in campo rosso.

Nello stesso evento sono state presentate anche poesie inedite del prof. Felice Conti, recitate dagli alunni delle scuole.

La settimana della cultura avrà il suo epilogo in una importante mostra che si apre a Palazzo Marziani dal titolo “Io ti invito a Furnari”, curata dalla omonima associazione Culturale di fotografia e cinematografia , con sede in Milazzo, che ha per oggetto scorci e dettagli degli importanti tesori paesaggistici ed architettonici di Furnari”.

La mostra si terrà a Palazzo Marziani per molto tempo e l’Amministrazione Comunale  comunicherà, anche attraverso il sito istituzionale del Comune e l’App “ Furnari” scaricabile su smatphone, gli orari delle visite.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.