Condividi:

Continua il presidio permanente del Consiglio comunale di Barcellona alla luce delle scelte poco chiare della Regione che andrebbero ad indebolire ulteriormente l’Ospedale Cutroni Zodda, disattendendo il progetto degli ‘Ospedali Riuniti’. Una decisione bipartisan da parte del civico consesso che vuole lanciare un messaggio forte alle istituzioni competenti. Oltre l’aspetto simbolico adesso c’è anche la concretezza di un documento stilato e sottoscritto dai consiglieri che hanno approvato il primo atto ufficiale, predisposto nel corso della notte tra venerdì e sabato, e firmato nel corso della seduta del sabato sera, con lo scopo di produrre una formale “diffida” neri confronti del Direttore generale dell’Azienda Sanitaria, Gaetano Sirna, reo a parere del Cosniglio e non solo di continuare ad ostinarsi a non dare seguito alla creazione degli “Ospedali riuniti”, sancita nel vigente “atto aziendale” e relativa “pianta organica”.  Il documento è stato inviato per conoscenza anche all’Assessore regionale alla sanità Baldo Guicciardi, al Presidente della Regione Rosario Crocetta, al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, al Prefetto di Messina Stefano Trotta.

“Quando lo scorso venerdì abbiamo deliberato di mantenere il Consiglio comunale – si legge nella nuova Pagina Fb Consiglio comunale permanente in difesa dell’ospedale – in seduta permanente, lo abbiamo fatto con la consapevolezza che si tratta di una iniziativa estrema, diversa da tutte le altre, che rappresenta un vero e proprio spartiacque nella lotta di una intera comunità per garantire il proprio Diritto alla salute.

Da questo momento, la battaglia portata avanti sul piano politico e sociale, sarà spostata anche su quello giudiziario, perché nessuno si può arrogare il diritto di disattendere i provvedimenti esistenti”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.