Condividi:

Su richiesta della prefettura di Messina, l’Esercito concorre da stamattina alle ricerche di Gioele, il bambino di 4 anni scomparso insieme alla madre Viviana Parisi, 43 anni, poi trovata morta, lungo l’autostrada A20 Messina-Palermo, nella zona di Caronia. Intanto un centinaio di persone è riunito al ‘campo base’ di Caronia dopo aver raccolto l’appello di Daniele Mondello, marito di Viviana Parisi, per unirsi nelle ricerche del piccolo Gioele.

Daniele Mondello è arrivato al ‘campo base’ ma non si è fermato; la cognata Mariella Mondello ha spiegato:”Siamo qui e stiamo iniziando le ricerche con un gruppo ristretto di familiari. Gli altri ci raggiungeranno appena si coordineranno con le persone del posto che conoscono la zona”.

“Siamo venuti perchè siamo padri di famiglia e siamo sensibili a questo caso” spiegano alcuni volontari. “Speriamo di trovare Gioele e che questo mistero venga finalmente risolto. Noi siamo pronti a fare la nostra parte”. Intanto proseguono le ricerche ufficiali condotte da vigili del fuoco, carabinieri, finanza, polizia, cacciatori dei carabinieri, protezione civile. Da oggi ci sono anche gli uomini dell’esercito con cani e droni che perlustreranno per il 16esimo giorno consecutivo le campagne di Caronia.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.