Condividi:

“Lo avevamo proposto a gran voce al Presidente Musumeci che lo ha ribadito al governo centrale: l’accoglienza indiscriminata dei migranti dall’Africa in piena quarantena era un insulto ai sacrifici dei siciliani. Come si è solo potuto promuovere l’irrazionale leit motiv dei porti aperti mentre i nostri bar restavano chiusi?? La notizia che sulla nave in rada a Porto Empedocle risultano 28 migranti positivi al Covid è una risposta secca e mortificante per tutti quelli che in queste settimane hanno continuato a urlare, anche nelle piazze a noi care, lo slogan ideologico dell’accoglienza, un mantra politico ribaltato in un momento di difficoltà per il sistema Paese. Il loro silenzio è oggi l’unico vaccino per le tesi dei radical-chic, dei benpensanti, dei fan del politically-correct e dei professionisti dell’accoglienza barattata sull’altare della sicurezza pubblica. Bene ha fatto il governo Musumeci a promuovere e ottenere una nave-quarantena come hotspot in mare. Si sono così evitati altri focolai a pochi giorni dal risultato tanto sperato del covid-free per la Regione.”

Lo ha dichiarato in una nota Antonio Catalfamo, capogruppo all’Ars per Lega Sicilia per Salvini Premier.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.