Al via il ‘2° Rally Torri Saracene’: successo di iscritti

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

a cura di Rodrigo Foti 

Ottimo numero di adesioni alla seconda edizione della gara organizzata da CST Sport, prova d’apertura stagionale di TRN e Campionato Siciliano di specialità. Numerose le vetture di vertice come le Citroen DS3 R5 di Beltrami e Pollara, le Peugeot 207 S2000 di Celesti e Mondello, la Abarth Grande Punto di Molica o le Mitstubishi di Di Dio e Di Miceli e la Subaru di Ciffo. Verifiche e partenza sabato 28 dieci prove speciali e traguardo domenica 29 marzo.
Si sono chiuse a quota ottantaquattro le adesioni al 2° Rally Torri Saracene, la gara messinese del 28 e 29 marzo organizzata dalla scuderia CST Sport di Gioiosa Marea. Il rally, considerato un sempre più efficace mezzo di promozione dell’affascinante territorio, che dal Mar Tirreno si spinge fino all’entroterra sui Monti Nebrodi, sarà la prova d’apertura stagionale del Trofeo Nazionale Rally 6^ Zona (Sicilia) e del Campionato regionale della specialità. L’indiscusso fascino dei luoghi, che la gara attraversa e la selettività del percorso di gara, sono tra gli elementi di maggiore attrazione per i piloti, i quali da sempre hanno mostrato incondizionata preferenza per le strade nebroidee ben prestati allo spettacolo ed agli alti numeri di guida. Assortite tutte le categorie, con un alto numero di vetture ed equipaggi candidati ai vertici della classifica. Due le Citroen DS 3 R5, la nuova classe regina dei rally, dove svettano il nome di Max Beltrami, navigato da Vittorio Sala, equipaggio svizzero del Team Messeri con auto della D-Max Racing, vincenti con la Citroen Xsara la Ronde di Gioiosa del 2012; il giovanissimo palermitano Marco Pollara, navigato dal locale due volte campione Italiano Rally Giuseppe Princiotto sulla DS 3 made in Procar per i colori della scuderia organizzatrice. Tra le sempre potenti Super 2000, riflettori puntati sull’idolo di casa Carmelo Molica, il portacolori CST su Abarth Grande Punto, affiancato da Tino Pintaudi; altra Peugeot 207 per il messinese della Phoenix Giovanni Celesti, navigato dal cefaludese Marco Pollicino e per il driver di casa Carmelo Mondello con Gaetano Caputo alle note. Due le 4×4 turbo di classe R4, la Mitsubishi Lancer del corleonese della Scuderia Ateneo Renato Di Miceli e la Subaru Impreza del calatino Maurizio Ciffo, che avrà al suo fianco Massimo Cambria. Altra “Mitsu” in versione gruppo N per l’equipaggio messinese formato da Angelo Di Dio e Giovanni Vinci. Quattro le super 1600 iscritte, ad iniziare dalla Renault Clio i Salvatore e Claudia Armaleo, papà e figlia portacolori Sunbeam Motorsport, stessa vettura per il giovane palermitano dell’Island Motorsport Alessio Profeta e per il messinese Giuseppe Messina, il peloritano della Messina Racing Team Giuseppe Alioto sarà su Fiat Punto. Pattuglia agguerrita anche di Renault New Clio R3, dove svettano nomi di esperti driver come il madonita Filippo Vara, del trapanese di Alcamo Pierluigi Trupiano, del romano Oscar Sorci e del ragusano Giuseppe Leggio. Anche dal gruppo A arrivano garanzie di alto agonismo in particolare dalla classe 2000, dove sulle Renault Clio Williams ci sono tra gli altri Antonio Segreto, Giuseppe Schepisi e Andrea Cariolo. La 1600 del gruppo A è tra le più affollate categorie insieme alla N2, spiccano i nomi del messinese di Sant’Alessio Siculo Tino Leo e del giovane santateresino Michele Coriglie, del peloritano Marcello Rizzo, dei piloti di casa Salvatore Campione e Ivan Vercelli, tutti su Peugeot 106, a cui a cui tra gli altri con le Citroen Saxo si contrapporranno lo slalomista Giacomo Munafò ed il sempre appassionato santangiolese Antonino Piccione. In classe 2000 del gruppo N immancabilmente riflettori puntati sul messinese Angelo Bruno, che al volante della Peugeot 206 RS si candida al primato, ma i sei avversari sulle Renault Clio renderanno arduo il compito. Alessandro Casella, Franco Alibrando e Franco Schepis sono nomi che spiccano nel folto elenco di classe N2 tutti su Peugeot 106 1.6 16V, come quello di Natale Anterini su Citroen Saxo. Sabato 28 marzo le verifiche sportive e tecniche dalle 9.30 alle 13.00 a Gliaca di Piraino, presso il Palacultura “Don Pino Puglisi”, dove sarà ubicata la direzione gara. Parco partenza a Sant’Angelo di Brolo dalle 17:30, mentre lo start della gara sarà alle 19:00 nella centrale Piazza Santa Maria. Dopo il via alle 19:24, il primo impegno cronometrato, la prova speciale “Piraino” da 4,86 KM. La competizione riprenderà alle 8.00 di domenica 29 marzo con nove prove speciali in programma. Bandiera a scacchi alle 17.00 nel cuore di Gioiosa Marea in Via Umberto I.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.