Condividi:

Far sentire la propria voce e denunciare lo stato di abbandono e l’indifferenza degli enti competenti. E’ in programma una maxi protesta per le condizioni A18 e A20 per venerdì 24 gennaio alle ore 09.30 in Piazza Unità Europea nella città dello Stretto. 

Le condizioni della A18 e A20 sono note a tutti da anni, da molti segnalate e denunciate anche a chi era, ed è tutt’oggi tenuto a ripristinare e mantenere la sicurezza: il CAS (Consorzio Autostrade Siciliane).
L’immobilismo del CAS ha prodotto innumerevoli incidenti stradali gravi gravissimi e mortali per le condizioni di degrado e abbandono in cui versano la A18 e la A20 da decenni. “A nulla è servito l’interagire con la politica regionale – si legge in una nota dell’Associazione Angeli sull’Asfalto – seguito da promesse e persino da un cronoprogramma per la realizzazione dei lavori di messa in sicurezza e del ripristino di un traffico veicolare decente.
Tutto puntualmente disatteso. Come in passato, in questo ultimo anno, poco o nulla è stato realizzato mettendo a rischio la vita di chi quotidianamente percorre queste due arterie in particolare per motivi di lavoro, di studio, o per turismo.
Infatti, la A18 e A20, (Palermo/Messina e Catania/Messina) sono il punto di convergenza di tutto il traffico da e per l’Italia continentale. Inoltre collegano gli aeroporti di Punta Raisi (Palermo) e Fontanarossa (Catania) fulcro per le attività turistiche, culturali e di sviluppo dell’isola.
Inaccettabile il protrarsi di simili condizioni di transito con cantieri interminabili, le carreggiate di sorpasso e le vie di emergenza ostruite dalla vegetazione, i cartelloni divelti, le colonnine di soccorso guaste, l’asfalto in condizioni pietose.
E’ intollerabile soprattutto, che malgrado le condizioni di transito e la manutenzione siano pessime, la sicurezza inesistente, l’asfalto in condizioni indecenti, l’utenza sia costretta a corrispondere un lauto e ingiustificato pedaggio a chi non sta producendo nessun lavoro di messa in sicurezza, cioè al CAS!
Con questa manifestazione si chiede di :
– Ripristinare immediatamente la sicurezza, la messa a norma e la manutenzione di A18 e A20;
– Liberare le careggiate dagli eterni ed interminabili cantieri;
– Modificare o chiudere un Consorzio inefficiente come il CAS.
Una delegazione consegnerà al Prefetto Dott.ssa Maria Carmela Librizzi e il Signor Sindaco della città metropolitana di Messina Cateno De Luca un documento contenente le motivazione della protesta.
“Lucilla Barbasini Presidente, a rappresentanza dell’’Associazione “Angeli sull’Asfalto” di Terme Vigliatore, riferimento per la sicurezza, la prevenzione e la cultura della strada del territorio, sarà presente alla manifestazione perché la vita delle persone non è un mero diritto, ma è il bene più caro di ognuno di noi che nessuno può calpestare“.
Diamo tutti il massimo risalto alla manifestazione condividendo con altri, e soprattutto partecipando, sentendosi coinvolti in prima persona”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.