Condividi:

“Un successo di pubblico, tanti volti felici, bambini entusiasti di partecipare alle molteplici iniziative. E’ questa la soddisfazione più grande che ripaga gli sforzi e i sacrifici di intere settimane dedicate all’organizzazione dell’evento”. Così l’Assessore Giusi Italiano subito dopo la chiusura della Festa dello Sport 2017 che ha fatto registrare la partecipazione di tutte le società sportive barcellonesi che hanno dato il loro ampio contributo all’iniziativa.

La manifestazione si è aperta nel tardo pomeriggio di sabato, quando si è alzato il sipario sulla Cittadella dello Sport, allestita a Piazza delle Ancore. Spazi dedicati al Tennis, alla Pallavolo, all’Hockey su prato, al Ciclismo, alla Pallacanestro, al Soft Air, alla Pesca Sportiva, alla Danza, alla Ginnastica artistica, alle Arti marziali, al Tennistavolo e persino alla “Palestra della Mente”, grazie al prezioso contributo di Mondadori Bookstore. Spazi per grandi e piccini, insomma. Tutti hanno potuto misurarsi e provare le varie discipline sportive, accedendo agli stand appositamente dedicati e curati dalle singole società.

Tutto questo senza trascurare le gare disputate sui campetti di Spinesante. Tutte con una grandissima partecipazione fatta di gioia, sano agonismo e aggregazione. Dalle gare di Basket curate dall’Alias Barcellona, a quelle di Pallavolo affidate alla WG Morgan, al Basket in carrozzina, fino al torneo per piccoli calciatori organizzato dalla Sirio Igea Virtus con la partecipazione di Promosport, Asd Sant’Antonino, Or.sa. Barcellona e Vivi Don Bosco. Particolarmente toccante il momento della loro premiazione sul palco. E’ stato ricordato il tecnico e anima della Promosport, Salvuccio Rao, scomparso prematuramente l’anno scorso. Una targa è stata consegnata al figlio Riccardo tra gli applausi del numeroso pubblico presente in Piazza delle Ancore.

Sul palcoscenico allestito nel salotto buono di Calderà, sotto la conduzione del giornalista Benedetto Orti Tullo e dell’esperta dell’amministrazione comunale Roberta Macrì, si sono alternati atleti e società sportive tra esibizioni e premiazioni. Sabato è toccato alle società di Taekwondo, Ginnastica Artistica e Danza. Domenica sera spazio alle altre discipline che si sono avvicendate sul palco tra le esibizioni delle Scuole di Danza e del campione di Pizza Acrobatica Freestyle, Giuseppe Maggio jr. Tutti gli atleti hanno avuto modo di ricevere i meritati riconoscimenti per avere onorato, durante la scorsa stagione sportiva, lo sport barcellonese grazie ai loro risultati straordinari, frutto di costanti impegno e dedizione.

Ma la Festa dello Sport 2017 sarà ricordata a lungo per avere aperto per la prima volta ai diversamente abili, abbattendo qualsiasi tipo di barriera. Soprattutto mentale. Sabato 22 luglio, a Spinesante, sono scesi in campo i ragazzi del CUS CUS CATANIA di Basket in carrozzina, sotto la preziosa direzione arbitrale di Angelo Mucella. Un’autentica lezione di vita, specialmente quando gli atleti in carrozzina hanno incontrato il pubblico di Calderà al momento della premiazione. Momenti intensi anche durante la premiazione di Giusy La Loggia e Vito Massimo Catania (quest’ultimo assente per un infortunio), atleti di maratona in carrozzina. Campioni veri che lottano per fare sport e per sentirsi vivi. A questi atleti va il più sentito grazie essere stati presenti alla Festa dello Sport 2017 di Barcellona Pozzo di Gotto.

[Foto aerea gentilmente offerta da Gianpiero Di Pasquale]

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.