Condividi:

Ha preso il via il 16 gennaio 2020 il progetto “Vittime Innocenti” nelle scuole, che nasce dalla proposta didattico-culturale presentata dall’associazione culturale “Fumettomania” presieduta dall’Arch. Mario Benenati ad inizio settembre 2019 in 11 istituti scolastici comprensivi tra Barcellona P.G., Terme Vigliatore, Milazzo, San Filippo del Mela e S. Lucia del Mela, e raccolta al momento dall’Istituto Comprensivo “Bastiano Genovese” di Barcellona P.G., oltre la speciale collaborazione con il Liceo Artistico “Ernesto Basile” di Messina nell’ambito di “Leggere e creare il graphic journalism”, per il progetto “Per chi crea” col contributo di SIAE e MIBACT.

Sono state due classi della Scuola Primaria “Destra Longano “ ad avere iniziato il primo progetto, che poi proseguirà il prossimo mese con l’inizio del secondo che sarà, invece, per tutte le classi seconde della Scuola Secondaria di Primo Grado (dello stesso istituto scolastico).

Tra i tanti temi individuati quest’anno la Dirigente Prof.ssa Franca Canale e gli insegnanti referenti, Prof. Santino Raimondo Santino e l’Insegnante Lorenza Tribunella, hanno scelto due graphic novel che hanno come filo conduttore il rapporto padri e figli con quest’ultimi che, vittime innocenti, sono alla ricerca della propria strada e di dare un senso alla propria vita. Soffermandoci sul primo progetto iniziato il 16 gennaio, il romanzo a fumetti che gli studenti hanno letto, approfondito, e del quale hanno realizzato dei lavori grafici, è “Il Piccolo Caronte” (Tunué edizioni, 2017), scritto da Sergio Algozzino e disegnato da Deborah Allo, entrambi autori siciliani.

Dopo le 2 classi della Scuola Primaria “Destra Longano“ con le quali il 16 gennaio è iniziato il primo progetto, il 27 gennaio le attività didattiche-culturali sono proseguite con un momento didattico-formativo, solo per gli insegnanti di Italiano, Storia, Arte e Inglese, che ha anticipato l’inizio del secondo progetto che vedrà impegnate le 5 classi seconde della Scuola Secondaria di Primo Grado dello stesso Istituto scolastico.

L’arch. Mario Benenati per circa 2 ore ha fornito, ai professori presenti, dei cenni: su Mary&Bryan Talbot, che sono gli autori del capolavoro “Dotter of Her Father’s Eyes” che sarà il graphic novel oggetto di lettura ed approfondimento di quest’anno; sui temi trattati da questo romanzo a fumetti; sui 2 periodi storici legati alle storie delle due protagoniste del graphic novel; ed infine è stato consegnato agli insegnanti il materiale digitale che sarà loro utile per approfondire il fumetto.

A giorni gli studenti riceveranno le 90 copie del graphic novel “Dotter  …” e potranno leggerlo ed approfondirlo. Appuntamento al 4 febbraio alle ore 10:00 per il primo incontro con le 5 classi di studenti di scuola media, che sarà introdotto dai saluti della Dirigente Franca Canale e da quelli dell’Assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione Angelita Pino. Gli studenti poi proseguiranno a marzo ed ad aprile gli altri incontri mensili insieme  all’arch. Mario Benenati (ideatore del progetto) per arrivare a maggio alla mostra espositiva dei loro lavori all’interno del plesso scolastico ed all’incontro con gli autori inglesi.

“Modificando la programmazione degli incontri che realizziamo, che negli anni scorsi ha previsto l’incontro con l’autore a fine progetto, quest’anno per gli studenti della Scuola Primaria l’incontro con la disegnatrice Deborah Allo (originaria di Santa Teresa di Riva, ME), sarà il 5 febbraio!” ci ha dichiarato l’Arch. Benenati, “per non sovrapporsi all’incontro con gli autori inglesi di inizio maggio”‘. L’evento del 5 febbraio sarà nella sala Auditorium dell’Ist. Comprensivo “Bastiano Genovese” alle ore 10:00, SARÀ APERTO AL PUBBLICO e prevederà i saluti della Dirigente Francesca Canale e dell’Assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione Angelita Pino, l’introduzione dell’Arch. Mario Benenati ed il dialogo degli studenti con Deborah Allo”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.