Condividi:

Nuova denuncia dal segretario nazionale di Vox Italia, ed ormai ex candidato Sindaco Giuseppe Sottile, portavoce del Comitato spontaneo di circa 300 cittadini, sull’installazione dell’antenna per telecomunicazioni impiantata ed ultimata tra Calderà e Spinesante.

Nel pomeriggio di oggi è stata inviata al Comune la diffida di sospensione immediata dell’antenna, con istanza di accesso agli atti. Previsto per sabato un sit-in di protesta sul luogo.

“Apprendo con stupore che stamane, guarda caso il giorno immediatamente successivo alla chiusura delle urne con la vittoria del cd Centrodestra, sono stati ripresi ed ultimati i lavori per l’installazione dell’antenna per telecomunicazioni (4G o 5G, non è dato ancora sapere) che erano stati sospesi all’indomani di un mio intervento – si legge nella nota – sollecitato da un comitato di cittadini di Calderà, nei primi giorni di settembre.

E’ a questo punto evidente che i lavori erano stati temporaneamente sospesi per non infastidire qualcuno durante la campagna elettorale, per essere rinviati subito dopo la vittoria di chi – a questo punto è plateale – si pone in linea di continuità con la precedente amministrazione.

Ricordiamo, infatti, che la comunicazione per l’installazione delle tre antenne (Calderà, Spinesante e Militi) é arrivata tramite PEC all’Ufficio Tecnico Comunale nel mese di ottobre 2019, senza passare dal SUAP. Una strana incongruenza, poichè normalmente tutte le richieste di autorizzazione passano dal SUAP, che provvede ad instaurare una puntuale procedura che prevede la richiesta di tutta una serie di pareri a enti e istituzioni competenti. Una procedura fatta valere con il silenzio assenso.

Ebbene in poche ore, l’antenna è stata innalzata e impiantata, con buona pace degli oltre 300 cittadini che avevano protestato e che nel pomeriggio di oggi hanno depositato, inviandola a mezzo PEC, una DIFFIDA ALLA SOSPENSIONE IMMEDIATA DELL’INSTALLAZIONE DELL’ANTENNA con ISTANZA DI ACCESSO AGLI ATTI AI SENSI DEL F.O.I.A., sottoscritta con 300 firme.

In verità analoga richiesta era stata già depositata con riferimento all’antenna di Militi, ma ad oggi non è stata data alcuna risposta. Vedremo adesso se la nuova amministrazione vorrà proseguire con lo stesso modus operandi di quella precedente oppure se – come ci auspichiamo – vorrà dimostrare maggiore sensibilità nei confronti dei cittadini.

Intanto sabato pomeriggio, a fronte del silenzio assordante dell’ente, il comitato spontaneo ha indetto una manifestazione davanti all’antenna”.

 

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.