Condividi:

Da tre mesi la cooperativa Amanthea non paga gli stipendi ai lavoratori impegnati nell’assistenza domiciliare agli anziani e scolastica per gli studenti disabili del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto.

Il sindacato autonomo FIADEL torna all’attacco e questa volta chiama in causa la Prefettura di Messina, chiedendo l’attivazione delle procedure di raffreddamento e conciliazione del conflitto.
Nella nota inviata al prefetto Maria Carmela Librizzi, la FIADEL sottolinea che “gli operatori dell’assistenza agli anziani devono percepire i salari di settembre, ottobre e novembre, mentre chi segue gli studenti disabili non ha ancora ricevuto quelli di giugno, ottobre e novembre e il TFR. A complicare la situazione di questi ultimi e degli ASACOM (assistenti alla comunicazione nelle scuole) la decisione del Nucleo di Valutazione dell’assessorato regionale alla Famiglia di assegnare al personale scolastico l’assistenza igienico-sanitaria degli alunni e degli studenti disabili. Il NdV ha espresso un parere di incongruità al Piano di Zona 2018-2019 del Distretto Socio-Sanitario n° 28 Azione 1, sostenendo che “come previsto dalle disposizioni vigenti, le spese per l’assistenza e la cura igienico- personali devono ricadere a carico dell’istituto scolastico e non sulle risorse indistinte del FNPS”. Valutazione, questa, che comporterà l’esclusione dal mercato del lavoro di 22 operatori che sono impegnati in questo servizio da oltre 20 anni”.
Ma a destare preoccupazione è anche “la tenuta dei livelli occupazionali dei lavoratori impegnati nel servizio SAD (Assistenza Domiciliare ai Disabili), che lamentano la diminuzione delle ore lavorate e del numero di anziani da assistere a causa dei costi della compartecipazione degli utenti”.
“È una situazione inaccettabile -dichiara Clara Crocè, dirigente sindacale FIADEL. Abbiamo decine di lavoratori, la maggior parte dei quali monoreddito, che da tre mesi non ricevono lo stipendio. I vertici della cooperativa devono spiegare perché e il sindaco Roberto Materia deve farsi garante del pagamento dei lavoratori, che hanno diritto a un Natale sereno come tutti. L’assessore Scavone deve invece chiarire che cosa ne sarà dei 22 lavoratori impegnati nell’assistenza agli studenti disabili, dopo le esternazioni del Nucleo di Valutazione dell’assessorato alla Famiglia”.
Stando così le cose, la FIADEL ha chiesto alla Prefettura la convocazione di tutte le parti interessate: l’amministrazione di Barcellona P.G., la cooperativa Amanthea e l’assessorato regionale alla Famiglia.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.