Condividi:

Proprio oggi 2 giugno, nella ricorrenza della Festa della Repubblica Italiana, anche la città del Longano festeggia un suo valoroso concittadino che raggiunge l’invidiabile e pregevole traguardo dei cento anni di vita.

Si tratta del centenario barcellonese Basilio Genovese, tra i più longevi del comprensorio, fu soldato italiano deportato nei lager nazisti che lotto’ in nome dei principi di democrazia e di libertà su cui si fonda il nostro Stato.

Deportato nel campo di concentramento di Oschatz in Germania, il soldato Genovese finì prigioniero dei tedeschi, perchè insieme agli altri si rifiutarono di collaborare con fascisti e nazisti. Dopo aver superato il trauma della deportazione e l’orrore dei campi di concentramento, ha dedicato il suo leggendario secolo di vita al lavoro nei campi, alla fede e soprattutto all’amore per la sua famiglia, anche se duramente colpito pochi anni fa dal dolore per la perdita della moglie. Oggi, aldilà delle restrizioni del coronavirus, circondato dall’affetto di parenti e amici spegnerà le sue cento candeline con la consapevolezza, la forza e l’orgoglio di essere stato un soldato barcellonese, uno dei pochissimi tra i tanti italiani riusciti a sopravvivere all’inferno dei lager.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.