Condividi:

L’ex candidato sindaco Giuseppe Sottile, piazzatosi quarto, forte dei suoi 2mila e passa voti ottenuti nella prima tornata elettorale del 31 maggio ed 1 giugno, in questi ultimi giorni di ballottaggio così intenso ed infuocato, tiene a precisare il suo punto e la sua posizione, in cui non mancano le critiche rispetto alle proposte dei due candidati in corsa.  “Dopo aver interloquito, come crediamo sia corretto, con entrambi i candidati al ballottaggio, riteniamo non sussistono i presupposti per appoggiare nessuno dei due.

Troppo diverse, distanti e, per taluni aspetti, antitetiche le idee sul modello di sviluppo della città con Maria Teresa Collica; troppo ingessata, disomogenea e disarmonica, la coalizione che fa capo a Roberto Materia, tale da non offrire credibili garanzie di rinnovamento, di discontinuità col passato e di effettivo cambio di passo.

Tali valutazioni ci inducono a non dare alcuna indicazione di voto, lasciando libero il nostro elettorato di scegliere, dopo attenta riflessione, il candidato che ritengono possa meglio amministrare Barcellona Pozzo di Gotto, nella speranza che, passato il periodo elettorale, cessino tutte le divisioni e la città torni ad unirsi.

E a tal proposito sono sinceramente deluso per la piega che il confronto politico ha preso negli ultimi giorni. E’ deprimente constatare come una campagna elettorale condotta sin dall’inizio con toni accesi, decisi, appassionati, ma sempre nei limiti della lealtà e della correttezza, sia scesa a livelli bassissimi, degni del peggior tifo da stadio, per colpa di pochi facinorosi dell’una o dell’altra fazione.

Sono inoltre amareggiato per gli attacchi gratuiti e meschini subiti, attraverso commenti e illazioni squalificanti per gli stessi autori.

Ad ogni modo, ci sarebbe piaciuto poter assistere ad un confronto tra gli assessori designati, o quantomeno ascoltare qualche loro idea, così come ha fatto la nostra coalizione al momento della presentazione della squadra, in maniera tale da poterne saggiare capacità e competenze. E ci auspichiamo che ciò possa essere fatto prima del ballottaggio”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.