Condividi:

Nella mattinata di oggi mercoledì 8 gennaio 2020, si è svolto in via Marconi luogo del tragico delitto il 27° anniversario dell’uccisione del giornalista Beppe Alfano.

Una cerimonia commemorativa, sempre sentita e partecipata, quella in memoria di questa vittima di mafia del Longano.

Presenti le Autorità Civili, Militari e Religiose, la famiglia del cronista e anche cittadini davanti alla stele a lui dedicata. Dell’amministrazione comunale hanno preso parte il vice-sindaco Filippo Sottile con gli assessori Angelo Paride Pino, Angelita Pino, Nino Munafò e Antonio Raimondo, oltre al presidente del consiglio comunale Giuseppe Abbate. A prendere subito la parola il vice-sindaco Sottile che ha portato i saluti del sindaco e della giunta e proposto un ricordo personale del giornalista.

Rilevante anche la presenza e l’intervento in memoria di Alfano del Prefetto di Messina Carmela Librizzi, che ha dichiarato: “Cerimonia sia da monito per ricordare chi si è sacrificato per dare voce alla nostra libertà, costituendo per tutti un esempio. L’omaggio e il ringraziamento nei suoi confronti doveroso quello di oggi ed ogni anno, per quanto Alfano ci ha lasciato”.

Da segnalare oltre la presenza di giornalisti e operatori dell’informazione, anche  l’Associazione Carabinieri in Pensione e Protezione Civile.

La cerimonia in memoria del giornalista ucciso barbaramente l’8 gennaio del 1993, si è chiusa con la deposizione di una corona di fiori e un momento di preghiera e benedizione della stele.

Foto: Alfredo Anselmo

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.