Condividi:

Il consigliere Stefano La Malfa dopo l’interrogazione presentata in merito alla concessione dell’area per edificazione delle tombe nel lotto C, zona di ampliamento del cimitero comunale lato San Paolo nella città del Longano.

Nel documento evidenziava che, “il regolamento comunale di polizia mortuaria e di edilizia cimiteriale all’art. 56 comma otto prevede che “qualora per qualsiasi ragione, dopo cinque anni dal deposito cauzionale, la concessione non abbia luogo, il Comune è tenuto alle restituzione del deposito cauzionale infruttifero e il depositario mantiene però la prenotazione e pagherà solo all’atto del rilascio della concessione; che è stata segnalata da diversi cittadini l’impossibilità di procedere alla sottoscrizione dei contratti relativi a loculi già acquistati, atteso che occorre procedere alla definizione del collaudo”.

Il consigliere La Malfa aveva interrogato l’Amministrazione comunale, “al fine di conoscere i propri intendimenti per pervenire alla risoluzione del problema.”

Alla luce dell’avvio a soluzione da parte dell’Amministrazione comunale della questione, La Malfa esprime: “il compiacimento per di un problema molto avvertito dalla cittadinanza. Sono molto soddisfatto per aver dato uno sprone a meglio e presto definire la vicenda che si protraeva già da parecchio tempo e che avevo attenzionato sin dall’inizio della mia attività consiliare”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.