Condividi:

Il Comitato a difesa dell’Ospedale nella persona del presidente Avv. Enzo Correnti, fa sapere dell’importante azione di sensibilità dimostrata nei confronti delle sorti del nosocomio da un deputato della Toscana, Cosimo Maria Ferri di Italia Viva, che nella giornata di oggi ha depositato in Commissione Affari sociali una interrogazione indirizzata al Ministro della salute Speranza.

L’obiettivo è capire quali interventi il Ministro, “interrogato intenda porre in essere per vigilare sulla situazione dell’Ospedale “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto, in modo tale da far sì che venga attuata una separazione tra percorso Covid e percorso non Covid e, in generale, che l’ospedale venga dotato di strumenti e mezzi che lo rendano una struttura di primo livello”.

“Al Ministro della Salute, per sapere – premesso che:

data l’attuale emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, molti ospedali sul territorio nazionale sono stati convertiti in Covid Hospital;

l’Ospedale “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina è stato riconvertito in Covid Hospital dal 30 ottobre 2020;

il territorio di Barcellona Pozzo di Gotto si trova adesso, però, privo di un ospedale per patologie non Covid;

l’intero bacino d’utenza dell’Ospedale copre oltre centomila abitanti e tredici diversi Comuni, che si trovano adesso privi di una struttura ospedaliera non Covid cui fare riferimento;

inoltre, l’Ospedale si trova attualmente privo del reparto di terapia intensiva e di quello di cardiologia;

Barcellona Pozzo di Gotto è la città più popolata della provincia di Messina ed ha un hinterland molto vasto;

occorre tutelare la salute di centinaia di migliaia di cittadini che vivono a Barcellona Pozzo di Gotto e zone limitrofe;

la tutela della salute è un diritto fondamentale dell’individuo e della collettività, così come riconosciuto dall’articolo 32 della Costituzione;

l’importanza di garantire ai cittadini le adeguate cure contro il Covid-19 non può pregiudicare il diritto dei cittadini ad avere cure nel caso di altre patologie;

all’interno dell’ospedale, occorre quindi attuare la separazione tra percorso Covid e percorso non Covid;

occorre inoltre dotare l’ospedale di attrezzature e reparti tali che lo possano rendere un ospedale di primo livello;

è necessario che le istituzioni pianifichino strumenti e mezzi che diano serenità agli utenti ed evitino rischi per la salute”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.