Condividi:

Avviato ufficialmente il processo di riorganizzazione della macchina amministrativa che era stato dichiarato nel programma elettorale. Su proposta dell’assessore Calderone, la Giunta Municipale di Barcellona Pozzo di Gotto ha infatti approvato la rideterminazione della pianta organica del Comune che, di fatto, consentirà una maggiore omogeneità all’interno dei settori una divisione più equilibrata e funzionale delle competenze.

La nuova struttura organizzativa, nelle intenzioni dell’Amministrazione, dovrà essere funzionale al raggiungimento degli obiettivi prefissati e garantire un livello soddisfacente dei servizi erogati. Questo passaggio è conseguente all’avvenuta modifica della dotazione organica e consente la programmazione del piano di assunzioni triennale in base al fabbisogno di personale. La definizione della nuova struttura organizzativa presta particolare attenzione all’innovazione tecnologica e all’informatizzazione complessiva dei procedimenti. Aspetto necessario sia in chiave di trasparenza e anti corruzione che per snellire la burocrazia, venendo in contro alle esigenze dell’utenza.
Ultimato il nuovo assetto organizzativo, l’Amministrazione Comunale provvederà al piano di assegnazione del personale che terrà conto delle necessità degli uffici con il preciso fine di garantire all’apparato burocratico efficienza ed efficacia, soprattutto nei settori e servizi che si rivelano maggiormente carenti. In particolare, si è ritenuto di dover intervenire nei settori Tecnici, ridisegnati rispetto all’impostazione passata, e di Polizia Municipale, oltre che nell’ambito della riscossione dei Tributi locali.
La nuova struttura organizzativa di Palazzo Longano sarà articolata in sei settori dirigenziali e un ufficio di staff posto alle dirette dipendenze del sindaco, all’ufficio di Segreteria Generale e al servizio di Polizia Municipale.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.