Condividi:

Durante la seduta consiliare svoltasi nella serata di ieri 30 giugno, è stata approvata la mozione del consigliere Melangela Scolaro di Fratelli D’Italia che impegna l’Amministrazione comunale ad avviare le procedure per l’intitolazione del ponte di Calderà al sindaco Roberto Materia.

“Una sentita e commossa seduta di Consiglio comunale – afferma il consigliere Scolaro – da cui è emerso l’incontrovertibile dato di un Sindaco, Roberto Materia, che ha esercitato la propria funzione fino in fondo, senza mai sfuggire alle proprie responsabilità, con abnegazione e presenza assidua, pur nella logorante e devastante malattia che ha contrassegnato l’ultimo anno del mandato.

Roberto Materia non si è sottratto all’impegno fino alla fine, mosso da un senso del ruolo, del dovere e della dignità, che fa onore alla politica. Ritengo importante sottolineare un dato, essenziale ad un sano dibattito politico ed emerso anche dagli interventi dei consiglieri che hanno rappresentato l’opposizione all’amministrazione Materia: gli scontri furono tanti, quasi sempre molto accesi e duri, ma mai il Sindaco Roberto Materia fece scadere il livello del dibattito dal piano politico a quello personale nè mai tentò di silenziare gli oppositori, nella piena consapevolezza del naturale, doveroso e legittimo ruolo che l’alternativa politica è chiamata a svolgere.

L’intitolazione del Ponte di Calderà a Roberto Materia, – conclude – opera da lui fortemente e tenacemente voluta, assumerà, pertanto, un ulteriore importante significato trasversale: riconoscere valore onorifico all’impegno politico, con i sacrifici, i pesi e le perdite che esso spesso comporta, e spingere le nuove generazioni ad una sempre maggiore partecipazione alla vita pubblica del Paese”.

In merito al voto nella seduta di ieri, si è mostrata compatta la maggioranza e il gruppo misto che hanno votato sì, astenuti Città Aperta e contrario David Bongiovanni del PD.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.