Condividi:

Nella serata di ieri, alla luce dei fatti accaduti nell’ultima seduta consiliare, è intervenuto anche il consigliere comunale del Partito Democratico David Bongiovanni che ha voluto sollecitare il sindaco Pinuccio Calabrò, ai fini di un ripristino dell’equilibrio, della dialettica democratica e al contempo della credibilità dell’organo del civico consesso del Longano.

Nel documento l’esponente comunale del PD, Bongiovanni scrive che:

“E’ nell’interesse dei cittadini che, con ruoli e posizioni diverse, entrambi rappresentiamo, che Le chiedo di intervenire per ripristinare le condizioni minime di agibilità democratica del Consiglio comunale. Quanto verificatosi nella scorsa seduta dell’organo consiliare, culminata nella immotivata espulsione dall’aula della Consigliera Melangela Scolaro, è solo l’ultimo inequivocabile segno della inadeguatezza della guida cui sono stati affidati i lavori del civico consesso, il cui corretto svolgimento è ormai costantemente impedito dalla mancanza di equilibrio, di imparzialità e di sensibilità istituzionale del suo Presidente.
Rivolgo a lei questo appello, nella duplice veste di vertice politico amministrativo dell’ente e di capo della coalizione di maggioranza, perché sono certo che è ben consapevole di quanto importante sia per tutti, a prescindere dalle appartenenze partitiche, che l’organo rappresentativo dell’intera cittadinanza possa esercitare correttamente e proficuamente le proprie attribuzioni, all’esito di confronti e dibattiti nei quali sia garantita a tutti la più ampia libertà di manifestazione del proprio pensiero e della propria posizione.
Ad essere in gioco non è, infatti, il diritto di parola del sottoscritto, della Consigliera Scolaro o di chiunque altro, ma la credibilità ed il decoro istituzionale dell’organo democratico, che troppo spesso nel recente passato e stato esposto al pubblico ludibrio.
Voglia pertanto, Sig. Sindaco, valutare come meglio attivarsi con i partiti e gruppi politici che compongono la sua amministrazione e con i Consiglieri comunali che gli stessi hanno espresso, per dotare il Consiglio comunale della città di una guida adeguata”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.