Condividi:

Ennesimo appello del comitato per la difesa dell’ospedale Cutroni Zodda di Barcellona PG, che di fronte alle quotidiane esternazioni a vari livelli istituzionali che non rassicurano i cittadini, auspica pronte e definitive risposte sulle sorti del nosocomio.

“In atto il Cutroni Zodda non è una struttura idonea- se non sulla carta – a fronteggiare l’emergenza covid ne’ è in grado di dare qualsiasi assistenza sanitaria alla popolazione del distretto. Nonostante le sollecitazioni degli organi di stampa sia locali che nazionali permangono i disservizi, la grande confusione e la corsa verso le cliniche private. Il comitato, che ha battuto tutte le strade ed ha sollecitato tutte le istituzioni, sente la necessità di ribadire che Barcellona PG, col suo distretto sanitario, ha il diritto di avere un presidio ospedaliero con tutte le branche specialistiche.

Nell’immediato, permanendo l’emergenza covid, va resa compatibile l’assistenza ordinaria con il covid hospital, si dà rendere funzionale l’ organizzazione ospedalieria alla tutela della salute pubblica. Ogni ulteriore ritardo od inadempimento – di fronte a recenti eventi luttuosi- è da qualificare – conclude la nota – come complicità responsabile dei disservizi e del cattivo uso della spesa sanitaria”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.