Condividi:

Degrado ed odori nauseabondi alla foce del Torrente Longano, da tempo segnalati da diversi cittadini nell’alveo del torrente fino alla parte terminale che sbocca direttamente sul mare.

A farsi portavoce e denunciare lo stato di abbandono e di inquinamento della zona, il Circolo Zero Waste Aimèe Carmoz, coordinato da Egidio Maio: “Si notava una considerevole macchia color verde, nella quale scorreva liquido putrido a cielo aperto con fortissimo odore nauseabondo e irrespirabile.

A tal proposito, sono diverse le foto ed i video a documentazione, pubblicati da diversi network locali.
Il sottoscritto chiede immediato intervento per valutare quali e quanti rischi vi sono per l’ambiente e per la salute umana sia per la eventuale fogna a cielo aperto, sia gli altri rifiuti depositati in quei luoghi”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.