Condividi:

La precedente Amministrazione Comunale, verso la fine del suo mandato, aveva “formato” sessantanove Ispettori Ambientali per la salvaguardia del decoro urbano, per controllare il nostro territorio e tutelare l’ambiente. La nuova Giunta guidata dal sindaco Pinuccio Calabrò ha recentemente firmato la determina in via sperimentale per tutto il 2021 per renderli operativi.

Nei loro compiti rientrano anche le iniziative atte a prevenire condotte irrispettose del vivere civile, la prevenzione dei danni ambientali e del decoro urbano. Dovranno monitorare il territorio e far intervenire i vigili urbani per sanzionare gli usi incivili del conferimento solido urbano ed anche di quelli ingombranti che riempiono le strade ed i marciapiedi.
Secondo la Genius Loci, rappresentata da Rosita Dell’Aglio, Valentina Maiorana, Luigi Lo Giudice, Massimo Sindoni, Marcello Crinò, Toni Raimondo, Nello Perdichizzi, Erminio Salzano, Beppe Iacono, Bernardo Dell’Aglio, Paolo Bucca, evidenzia che: “Sarebbe auspicabile prima possibile vederli all’opera, conoscere i loro nomi e cognomi, in una città che da parecchio tempo, dal centro alle periferie, vive una situazione di degrado dell’ambiente e del decoro urbano.

Alla luce di quanto sopra, sarebbe auspicabile che gli Ispettori ambientali attenzionassero anche la salvaguardia dei nostri beni culturali, spesso lasciati in stato di abbandono o preda di incivili.
Così, la “Fontana dei due Fiumi” nella centralissima Piazza Duomo, opera monumentale dell’artista-medico Francesco De Francesco, che continua a funzionare da sedile e ad essere sporcata da rifiuti.
Così, la Fontana di Piazza Libertà, che funge da deposito di birre nell’area della movida.
Il sagrato del Duomo è diventato un campetto di calcio in sostituzione dei campi di calcio per i ragazzi e un parcheggio di auto.
Il Monastero settecentesco dei Basiliani è diventato da tempo facile preda di ruberie o incursioni. Una particolare attenzione anche ai nostri “stritti”, che rappresentavano l’anima popolare e sociale della città, recentemente riqualificati, ricordati, valorizzati e ripuliti dalle erbacce grazie ad un progetto collegiale con il Network delle Associazioni Culturali.
Con la speranza dunque che la nostra città possa essere maggiormente attenzionata e meglio tutelati i nostri beni culturali, il gruppo di lavoro della Genius Loci porge ai nuovi Ispettori ambientali gli auguri di buon lavoro”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.