Condividi:

Sull’annosa questione dei liquami e odori nauseabondi sulla spiaggia di Cicerata, segnalata da cittadini e forze di opposizione si è cercato di risolvere il problema.

Da Palazzo Longano nel pomeriggio, si legge in una nota: “l’Amministrazione – venuta a conoscenza del problema – ha risolto prontamente la questione con la sostituzione di una pompa di sollevamento guasta, come riportato giustamente ieri anche dai giornali on-line locali. In questo primo mese di amministrazione della città, ci è toccato occuparci di alcuni temi di grande rilevanza nell’ambito dell’incolumità e salute pubblica, messa in sicurezza del territorio e aspetti igienico sanitari.

Tutto reso più grave dall’emergenza Covid-19. Abbiamo dimostrato sensibilità verso i problemi contingenti e continueremo su questa direzione, certi che la cittadinanza, la cui collaborazione è sempre preziosa nelle segnalazioni e nelle denunce, saprà giudicare da sola il nostro operato”.

Nell’ambito di una direttiva per attuare una ricognizione del cimitero comunale, il sindaco Pinuccio Calabrò e l’assessore ai servizi cimiteriali, Santino Calderone, ha chiesto al dirigente del IV Settore di relazionare sulla situazione inerente lo stato dei pagamenti delle confraternite relativamente agli spazi richiesti nella parte nuova, lato San Paolo, oggetto di ampliamento. “Abbiamo chiesto anche lumi circa il supporto normativo – dichiara Calabrò – che disciplina questa particolare tipologia di contratti”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.