Condividi:

Il dipartimento di riabilitazione del Cutroni Zodda è e resta un servizio pensato per i cittadini che va potenziato, occorre dotare quindi questo polo di tutto il personale necessario. Chiediamo a gran voce all’Asp e agli organi competenti di intervenire per garantire la prosecuzione del servizio ospedaliero in tal senso.”

Il commento dell’On. Antonio Catalfamo, commissario provinciale della Lega, riprende l’appello del movimento “Cittadinanza Attiva Sicilia” a riguardo della criticità presente all’interno dell’ospedale Cutroni Zodda.

“Il reparto attende ormai da tempo l’arrivo del personale sanitario necessario per garantirne il corretto funzionamento anche se, va segnalato, nonostante tutte le criticità, lo stesso inizia a funzionare bene, pur tra mille difficoltà, e nonostante il brusco rallentamento avvenuto durante la pandemia. A causa del dirottamento del personale in altri reparti covid, non si ha ad oggi alcun ricovero nella struttura riabilitativa. Una situazione che grava anche sui contratti preesistenti al periodo covid che non sono stati rinnovati. Ci uniamo quindi all’appello di Cittadinanza Attiva Sicilia e dei sindacati coinvolti affinché l’Asp e l’Assessorato si attivino in tal senso per salvaguardare un presidio che aveva fatto bene al territorio, non soltanto di Barcellona, su cui insiste una potenziale utenza di 80 mila cittadini.”

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.