Condividi:

I consiglieri comunali del gruppo Città Aperta Raffaella Campo, Antonio Mamì e Gabriele Sidoti, interrogano il sindaco e il consiglio in merito allo stato di pericolosità e di degrado della Via Leopardi e alla presenza di micro-discariche diffuse. 

I consiglieri sottolineano che che la Via Giacomo Leopardi risulta l’unica strada percorribile per i mezzi pesanti da e verso Castroreale di passaggio sul territorio di Barcellona Pozzo di Gotto; che a seguito degli eventi alluvionali dell’8 agosto scorso parte della Via Leopardi ha subito
cedimenti che hanno ristretto notevolmente la carreggiata, che parte delle transenne utilizzate per ovviare alla mancanza di guard-rail sono precipitate nella scarpata; che l’intera zona dei parcheggi che circondano l’Arena Montecroci è diventata una discarica abusiva; che da mesi non si effettua manutenzione del verde pubblico e pertanto i marciapiedi risultano inagibili.
Preso atto che, sia per esperienza diretta, sia per segnalazioni di tanti cittadini, il tratto in questione di Via Leopardi risulta pericolosissimo da percorrere in entrambe le direzioni soprattutto nelle ore di maggiore traffico; che in nessun modo il pericolo viene segnalato sia provenendo dalla Via Cairoli che
giungendo da Castroreale; che i cumuli di immondizia rappresentano un grave danno per l’ambiente e deturpano una delle zone altrimenti più panoramiche della città”.

Alla luce di tale situazione, i consiglieri interrogano al fine di far sì che venga in primo luogo segnalato lo stato di pericolo e secondariamente, spiegano:
“che ci si attivi per mettere in sicurezza la carreggiata; che si provveda alla pulizia straordinaria del parcheggio di pertinenza all’Arena Montecroci;
che si attivi eventuale sistema di videosorveglianza per applicare sanzioni a chi continuasse a depositare rifiuti nella zona; che si provveda alla pulizia ordinaria dei marciapiedi”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.