Condividi:

Dopo aver preso forma con l’installazione della campata centrale, con i lavori che sono andati avanti in modo celere anche nel periodo estivo, per il Ponte di Calderà siamo alle battute finali.

Con le careggiate asfaltate e gli interventi alle panchine e strade collaterali adiacenti alla struttura, che si attende dal 2011, adesso si pensa solo alla fase di prove tecniche di carico. Così nei giorni scorsi, sono state effettuate con esito positivo le prove di carico propedeutiche al collaudo statico del ponte, e
si procede alle rifiniture, tra cui la pitturazione della campata.

Da Palazzo Longano, un importante passo avanti in termini di utilità sociale e di decoro urbano è giunto con l’avvio del Progetto di utilità collettiva destinato alla pulizia e sistemazione all’interno del Cimitero, con l’ausilio dei percettori del Reddito di Cittadinanza.
“Un buon lavoro ai nostri concittadini che danno un significato importante alla percezione del RDI”, ha dichiarato l’assessore al ramo Roberto Molino.

Infine il progetto di project financing, avviato da una ditta della città del Longano, vede dopo anni i suoi frutti, per il miglioramento della nova rete di illuminazione cittadina.

Una convenzione con il Comune che prevede una durata di 15 anni ed un canone annuo da versare alla concessionaria che era pari ad 1.742.209,11 euro a fronte dell’esecuzione dei lavori di efficientamento e la gestione dell’impianto di illuminazione pubblica comunale, con inclusi il servizio integrato di fornitura di energia, di progettazione, di manutenzione ordinaria e straordinaria, oltre ai lavori posti a base di gara per 11.500.000,00 euro.

Esprime soddisfazione il sindaco Pinuccio Calabrò per un progetto in dirittura d’arrivo, utile anche in termini di risparmio per le casse comunali: “Con la rimodulazione degli interventi ad opera dell’amministrazione Calabrò, il Comune otterrà una riduzione del canone complessivo pari a circa 100 mila annue”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.