Condividi:

Si è concluso nella mattinata di oggi, il percorso didattico multidisciplinare sulle ‘Tradizioni enogastronomiche’ nel periodo quaresimale in Barcellona Pozzo di Gotto ideato e programmato dal Preside prof. Giuseppe Salvo coadiuvato dai coordinatori “Area lab” e dal corpo docente.

Gli studenti dell’istituto alberghiero, nel pieno rispetto delle norme e limitazioni Covid-19, hanno approntato diverse iniziative legate all’arte, alla cultura, alla storie ed alle tradizioni secolari del periodo pasquale. Tutta l’attività si ricollega ad una pianificazione iniziale in merito al “calendario enogastronomico di Barcellona P.G. e dintorni” che vede il continuo rafforzamento del binomio scuola – territorio, nonchè l’identità che ci lega ai riti ed alle tradizioni della Settimana Santa.

“Il nostro istituto è sempre stato presente ed attivo in tali direzione e costantemente aperto ad una didattica multidisciplinare; Storia, letteratura, Scienza degli alimenti, diritto, lingue straniere, laboratorio enogastronomia e sala-bar le discipline coinvolte. Particolare attenzione – spiega il Prof. Salvo – è stata rivolta a piatti e dolci tipici barcellonesi quali: biscotti quaresimali, pesce stocco, panini di cena, dita di apostoli, agnello pasquale, tronco, colomba, sfinci, ciambella con le uova, focaccia e rustici.

Tutte le fasi, limitate allo stretto necessario per via dell’emergenza sanitaria, hanno coinvolto gli studenti anche attraverso laboratori virtuali a distanza. Il Dirigente Scolastico Giuseppe Salvo, affiancato dai prof. Merenda, Biondo, Gullotti, Raimondi, Ventimiglia e dalla collaboratrice della Presidenza prof. ssa Cortese ha poi relazionato, in un breve convegno, sui “Riti della Settimana Santa, sulla Storia delle tradizioni quaresimali di Barcellona P.G., sulle antiche tradizioni, sull’ arte enogastronomica e sulla pasticceria tipica locale”.

Gli studenti hanno partecipato con particolare interesse e curiosità alle attività proposte, con impegno di approfondire i contenuti interdisciplinari e di tramandare valori di fede, arte, cultura e tradizioni.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.