Condividi:

Una comunità sconvolta dalla triste perdita di un proprio figlio, l’ennesimo giovane morto prematuramente nella città del Longano. Un incidente in bici, il mezzo più amato da Giuseppe Milone, 17enne con principi puri e sani dallo sport al buon rendimento scolastico. 

Dall’amministrazione comunale si aspetta la comunicazione sul giorno dei funerali, in cui è stato già annunciato che sarà dichiarata giornata di lutto cittadino. Intanto la Procura come da prassi ha avviato delle indagini sulla dinamica dell’accaduto.

Nella giornata di ieri, la scuola superiore frequentata dal giovane l’ITT LSSA Copernico di Barcellona PG, con la Preside Laura Calabrò, i docenti, tutto il personale scolastico, e i suoi compagni, hanno voluto ricordare Giuseppe con una toccante lettera: “PER TE, SEMPRE PRESENTE A SCUOLA

Giuseppe Milone è stato sempre uno studente brillante, altruista, disponibile ad aiutare i compagni in difficoltà, dentro e fuori dalla scuola.

Un caro ragazzo, un ragazzo per bene, con grandi passioni (amore per la natura e la tutela dell’ambiente, scacchi, ciclismo, informatica, viaggiare) e importanti valori morali e culturali.

Un genio matematico assoluto. Non faceva mai assenze. Si è sempre distinto per l’amore per lo studio e per la voglia di andare oltre, di fare meglio, superando limiti che ad altri potevano apparire invalicabili.

Sorridente e ironico, analizzava il mondo con il suo sguardo buono, intelligente e profondo.

Ogni giorno dava prova di grande coraggio, di sensibilità, di senso del dovere e capacità di sacrificio, non comuni per un 17enne.

Un ragazzo di una bellezza interiore particolare; impossibile non accorgersene.

Sei stato un dono meraviglioso e sarai sempre un bell’esempio per tutti noi, anche se adesso non ci rassegniamo all’idea di averti perso. Abbiamo perso un genio e un giovane eccezionale.

Ci stringiamo al dolore della famiglia”.

Nella giornata di ieri è giunto anche il messaggio di cordoglio del campione del ciclismo Vincenzo Nibali, che sulla sua Pagina Facebook ha scritto: 

“Questa mattina mi sono svegliato con la notizia della tragica scomparsa di Giuseppe. L’unico gesto che potevo fare per ricordarlo era correre la tappa odierna dell’UAE Tour con un nastro nero al braccio. Per rendergli onore, un’ultima volta.
Ora è il momento del silenzio, tutto il resto è superfluo. Una giovanissima vita spezzata porta con sé un carico di dolore enorme che ammutolisce.
Mando il mio più grande abbraccio alla famiglia di Giuseppe. Che possa riposare in pace”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.