Condividi:
Si è tenuto stamane nelle vie del centro, l’atteso corteo di protesta giovanile per dire ‘No’ all’inceneritore a Css dell’Edipower e ‘No’ al piano regionale che porterebbe alla chiusura dell’Ospedale di Barcellona.
All’iniziativa hanno preso parte l’Associazione ‘La Fenice’, ‘Organizzazione giovani’, ‘Artigiarte’, ‘Legambiente del Longano’ e gli studenti degli Istituti scolastici della città del Longano che hanno indetto una giornata di sciopero per far sentire la propria voce. Una manifestazione che ha ottenuto il risultato sperato sia nelle modalità in cui si è svolta che soprattutto per  l’ottima partecipazione, con più di 500 giovani presenti in corteo.
Il percorso iniziato dal monumento dei caduti, si è dislocato nelle vie centrali della città del Longano, passando da via degli Studi, via Pitagora e via Roma per concludersi in Piazza San Sebastiano dove si è svolto il sit-in di protesta.
“Siamo molto soddisfatti della manifestazione, – hanno dichiarato gli organizzatori al termine del corteo – quello di oggi non è un punto di arrivo ma al contrario un punto di partenza. Questa protesta non si ferma qui ma anzi già da oggi stesso ci daremo da fare affinché non si dimentichi questa lotta”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.