Condividi:
Nella giornata di ieri 23 agosto i componenti della III commissione consiliare, su segnalazione del consigliere Nicola Marzullo, si sono recati in località Spinesante, all’altezza del civico 135,  dove è stata rilevata l’esistenza di uno scarico a cielo aperto di liquami di notevole estensione, di cui non si conosce provenienza e consistenza.

Tali liquami hanno creato una vera e propria palude sulla spiaggia e si riversano direttamente in mare. Sul luogo si è riscontrata la presenza di un odore nauseabondo e insopportabile.
Stando così le cose non vi è dubbio che trattasi di un vero e proprio danno ambientale e pericolo igienico-sanitario che richiede un intervento da effettuarsi con la massima urgenza.
“A tal proposito la Commissione – si legge in una nota congiunta – farà presente all’Amministrazione Comunale mediante apposita interrogazione consiliare detta inaccettabile situazione per sollecitare un intervento risolutivo in tempi brevissimi E, se del caso, interpellare anche l’ ARPA per risalire alla natura dei suddetti liquami”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.