Condividi:

Nulla di buono e concreto è uscito dall’incontro avvenuto a Palazzo Longano tra il sindaco Roberto Materia, il presidente e socio di maggioranza Immacolato Bonina accompagnato dall’avv. Sebastiano Chillemi, alla presenza dell’avv. Danilo Salvato e il dott. Dott. Sidoti rappresentante del Trust e dei tifosi giallorossi. In sostanza, dal summit comunale, in cui era assente per motivi personali il vice-presidente e socio di minoranza, insieme ad altri, il Dott. Fedele Genovese, si è evidenziato ancora una volta come il patron Bonina non avendo più le potenzialità economiche-finanziarie degli anni passati per sostenere il progetto, si cercherebbe la partecipazione di altri imprenditori disposti a sostenere le spese della prossima stagione di LegaA2. Davanti a tale scenario così poco chiaro e definito anche e soprattutto in ottica dei debiti pregressi e delle obbligazioni con alcuni giocatori di passate stagioni, l’ipotesi di rinunciare all’iscrizione al prossimo torneo della serie cadetta nazionale appare sempre più certezza. Una vetrina di rilievo della palla a spicchi italiana e un patrimonio sociale e sportivo che, giorno dopo giorno tra le giuste lamentele e la piccola fiammella di speranza ancora accesa da parte dei tifosi,  sembrano sempre più allontanarsi nuovamente da Barcellona dopo tanti anni di sacrifici societari e soprattutto di gioie, passione ed emozioni per i tanti supporters giallorossi.  Nel durante, fa discutere sul web e i social con non poche polemiche in merito alla possibilità dello scambio di titoli con altre società di B, tra cui Piacenza, o come diceva il presidente Bonina nella conferenza di settimana scorsa andata deserta da parte dei tifosi, “contatti sono arrivati da Udine e Palermo per rilevare o scambiare il titolo”.

Secondo le ultime notizie, proprio quest’ultima l’Aquila Palermo sarebbe in pole position, per lo scambio del titolo con Barcellona, infatti come ha dichiarato il presidente palermitano Rappa a Live Sicilia Sport, la trattativa sarebbe aperta:  “Tutti quanti sanno ormai che si tratta di Barcellona, per detta stessa del presidente Bonina. Ad una situazione contabile complicata, però, deve aggiungersi anche una confusione nel poter individuare il referente giusto per la trattativa finale. In questo momento è cambiato lo scenario: c’è la disponibilità, ora si lavora sul titolo”.

Infine fa il punto della situazione attraverso una nota il primo cittadino Roberto Materia in merito alla spinosa questione del progetto Basket a Barcellona:  “Dopo avere approfondito i vari aspetti, il Dott. Bonina e l’Avv. Chillemi hanno confermato quanto già emerso nella conferenza stampa della settimana scorsa tenutasi presso la CSRS: l’impossibilità formale e sostanziale della Società Basket Barcellona Srl di poter fare fronte ai costi della stagione sportiva 2015/16. Accanto a ciò, il Dott. Bonina ha altresì assunto l’impegno di rendere iscrivibile al campionato di A2 2015/16 la Società stessa qualora si facciano formalmente avanti degli interlocutori seri in grado di assicurare in tempi brevissimi considerate le scadenze, un futuro solido che non poggi le basi sul solo e meritorio impegno del Trust e dei tifosi. Il Dott. Bonina comunica altresì che non vi sono al momento concreti interessi di altre Società nel rilevare o scambiare titoli sportivi. Il Trust, constatando quanto dichiarato, ha confermato la volontà di adempiere al suo Statuto che prevede l’impegno a sostenere qualsiasi Società che intenda favorire il basket a Barcellona Pozzo di Gotto. Il sindaco, ringraziando tutti i partecipanti, ha concluso l’incontro auspicando l’intervento di investitori che possano programmare la stagione 2015/16 e quindi non disperdere il patrimonio e la vetrina per la Città tutta che è rappresentata dalla Serie Nazionale A2”.

 

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.